Archivi annuali: 2017

imparare il francese

Continua ad imparare il francese, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco nella Giornata Europea delle Lingue

Il 26 settembre hai un’occasione in più per imparare il francese, l’inglese, lo spagnolo, il tedesco e tutte le lingue europee

In arrivo la Giornata Europea delle Lingue, un’iniziativa che vogliamo condividere con voi come stimolo in più per continuare a imparare il francese, l’inglese, lo spagnolo e tutte le lingue del nostro continente con rinnovato slancio.

 

Lo sapevi?

La Giornata Europea delle Lingue viene celebrata ogni anno il 26 settembre. È stata promossa e organizzata per la prima volta nel 2001 dal Consiglio d’Europa e dall’Unione Europea. Un vero e proprio successo che ha fatto sì che venisse celebrata da allora tutti gli anni.

A cosa serve la Giornata Europea delle Lingue

L’obiettivo è duplice:

  • promuovere le diversità linguistiche e culturali europee: ben 200 lingue europee tra cui 24 lingue ufficiali e circa 60 lingue regionali
  • promuovere l’apprendimento delle lingue durante tutto l’arco della vita, diversificando inoltre la gamma delle lingue imparate

È dunque un incoraggiamento ad imparare il francese, l’inglese, lo spagnolo, il tedesco e ogni altra lingua, ad ogni età, dentro e fuori dalla scuola.

Nella convinzione che la diversità linguistica è uno strumento per ottenere una migliore comprensione tra culture diverse e un elemento chiave che rende ricco culturalmente il nostro continente.

 

lavorare all'esteroEventi

In occasione della Giornata, un gran numero di eventi sono organizzati in tutta Europa.

Ad esempio, attività per e con i bambini, programmi televisivi e radiofonici, corsi di lingua e conferenze. Oltre a questo, chiunque può trovare il proprio modo personale di “festeggiare”.

Certo, perché tutti possono partecipare. Da soli o in gruppo. Attraverso una scuola o un’associazione, tra amici o vicini di casa. Ad ogni età. Ognuno può contribuire al successo della giornata.

Scarica il volantino della Giornata Europea delle Lingue e scopri di più!

 

Corsi di lingueCome partecipare

Oltre agli eventi ufficiali, si può dare spazio alla fantasia. Ecco alcuni input e suggerimenti.

Per imparare di più sulla diversità linguistica, puoi partecipare alle seguenti attività ricreative online per adulti e bambini:

  • Sul sito ufficiale della Giornata Europea delle Lingue trovi tante attività ludiche online 
  • Qui puoi svolgere un test di autovalutazione del tuo livello di conoscenza di una o più lingue straniere
  • Puoi leggere alcune interessanti curiosità linguistiche
  • Oppure, partecipare a dei quiz 

A scuola:

  • Sketch teatrali. Gli insegnanti possono sensibilizzare gli studenti organizzando sketch teatrali in cui si mettono in evidenza le diversità linguistiche e culturali della classe o della scuola di appartenenza
  • Poster sulla Giornata. Negli istituti scolastici o nei centri di apprendimento delle lingue si possono realizzare dei poster plurilingue sul tema della Giornata.

Con amici e conoscenti:

  • Scambi linguistici. Un’idea adatta a tutte le età è quella di organizzare dei “caffè delle lingue”, incontri di conversazione in lingua straniera. Si possono tenere in un locale pubblico o a casa. L’atmosfera rilassata e informale favorisce l’apprendimento in modo naturale e spontaneo
  • Cena o festa multietnica. Perché non cogliere l’occasione per organizzare una cena o una festa con amici? Ovviamente con cibi tipici e conversazione in più lingue
  • O anche solo invitare i vicini di casa di culture differenti per un tè in compagnia.

Hai altre idee o suggerimenti?

Inviaci i tuoi commenti e facci sapere come pensi di celebrare questo 26 settembre!

 

Forse non diventerai poliglotta da un giorno all’altro. In ogni caso la Giornata Europea delle Lingue è un’ottima occasione per allargare i propri orizzonti. E certamente sarà un’esperienza piacevole!

Ti può anche interessare:

 

traduzione giurata

Traduzione giurata? A volte basta quella “certificata”!

Tutto quello che devi sapere se ti serve una traduzione giurata per i paesi anglofoni

Se devi recarti in paese anglofono, probabilmente ti servirà una traduzione giurata.

Che sia per motivi di studio o di lavoro, dovrai presentare dei documenti in lingua inglese.

Ad esempio: il curriculum, il diploma, il certificato di iscrizione all’albo, il certificato dei carichi pendenti o una lettera di presentazione per il tuo potenziale datore di lavoro o l’università.

Nella maggior parte di questi casi, non hai bisogno di una traduzione giurata. Basta una traduzione “certificata”.

La traduzione certificata è nota nei paesi anglofoni come Certified Translation.

Viene spesso confusa con la traduzione giurata, ma è una cosa  diversa.

Andiamo per punti:

  1. La traduzione giurata, conosciuta anche con il nome di “traduzione asseverata”, presuppone che il traduttore si rechi in Tribunale e, tramite giuramento di fronte ad un Cancelliere, si assuma la responsabilità di aver tradotto fedelmente il testo di partenza. Questa prassi è indispensabile in Italia per conferire valore legale ad un documento ufficiale tradotto da un’altra lingua verso l’italiano.
  2. Il concetto di traduzione giurata non esiste in generale nei paesi anglosassoni, che riconoscono invece la certified translation. Questo succede perché diversamente dall’Italia in cui non esiste un albo nazionale di categoria per le traduzioni, nei paesi anglosassoni esistono delle associazioni di traduttori riconosciute dal governo le cui traduzioni vengono perciò accettate come valide legalmente. È quindi una prassi la traduzione certificata.
  3. Nella traduzione certificata il traduttore professionista – o l’agenzia di traduzione – semplicemente allega al documento una dichiarazione in cui certifica di aver prodotto una traduzione fedele e accurata del testo di partenza.
  4. Per i paesi in cui non esiste il sistema della Traduzione Certificata, la traduzione giurata resta l’unica via percorribile (ad es. la Spagna).

Quali sono i vantaggi della certified translation?

Ci sono sostanzialmente due vantaggi:

  • costa meno
  • è più veloce

A differenza della traduzione giurata, per la traduzione certificata non si applicano le marche da bollo e si risparmia il costo del servizio di asseverazione.

Per la traduzione certificata non c’è bisogno che il traduttore si rechi in tribunale per il giuramento.

Ricorda!

Se un ente anglofono (ad es. un’università, un albo professionale) ti chiede una “certified translation”, puoi risparmiare tempi e costi evitando la traduzione giurata.

Contattaci per un preventivo di tempi e costi o semplicemente per una consulenza.

Scrivi a info@actionlineitaly.com, oppure chiamaci senza impegno al numero di Forlì 0543 23916 o al numero di Ravenna 0544 202061.

Studieremo insieme il tuo caso e ti consiglieremo in merito alla soluzione migliore e più vantaggiosa.

Leggi anche questi articoli:

Lezione di tedesco alternativa

Lezione di tedesco al Biergarten

Una lezione di tedesco alternativa sorseggiando birra in perfetto stile teutonico

Se pensi di andare in Germania per una vacanza, forse ti sarà utile la nostra lezione di tedesco.

Molti tedeschi parlano l’inglese, ma talvolta per creare subito empatia può essere utile conoscere qualche espressione in tedesco. Anche se non hai mai studiato tedesco.

Sarà bello vedere quanto apprezzeranno il tuo sforzo. A dispetto della credenza che il popolo tedesco sia rigoroso e chiuso, scoprirai infatti che è ospitale e gioviale, amante della compagnia.

Scarica il nostro frasario: Frasario Il Tedesco per Viaggiare o leggi il nostro articolo sul tedesco dei viaggi.

L’associazione di idee per noi italiani è quasi immediata: Germania = birra!

Autocisterna_HofbräuForse il primissimo riferimento è con l’Oktoberfest che si svolge annualmente nella città di Monaco di Baviera a partire da settembre. È la manifestazione più turistica e commerciale del legame molto più stretto che i tedeschi hanno con la birra.

Solo in Germania poteva nascere la tradizione del Biergarten (alla lettera “giardino della birra”). Vedi la sezione Curiosità.

Ecco come è strutturata la nostra lezione di tedesco:

  1. Un po’ di storia sulla birra
  2. Curiosità
  3. Info utili

1. Un po’ di storia sulla birra

È d’obbligo fare un passo indietro rispetto alla nostra lezione di tedesco e scoprire qualcosa sulla birra.

Le prime forme di “similbirra” ebbero origine in Medio Oriente.

Nelle sue forme più primitive, venne importata negli altri paesi che si affacciano sul Mediterraneo e fu apprezzata anche dai Romani. Da qui a superare le Alpi e arrivare nelle terre germaniche ai tempi delle politiche espansionistiche dell’Impero, il passo fu relativamente breve.

Pochi sapranno, tuttavia, che i primi veri e propri laboratori di distilleria oltralpe furono i monasteri! Dapprima per soddisfare il fabbisogno interno (la birra era l’unico alimento ammesso nei periodi di digiuno) per poi aprirsi alla richiesta esterna.

Intorno al VII secolo, i monasteri tedeschi (di Weihenstephan, Weltenburg e Andechs) si organizzarono per sviluppare e testare scientificamente il loro prodotto. Fino a quel momento, infatti, il risultato della distillazione era sempre stato affidato al caso e alla fortuna.

La svolta che rese conservabile e migliorò il gusto della birra avvenne nel XII secolo. Al processo di distillazione si aggiunse il luppolo che sostituì il mix di erbe e aromi vari, diversi a seconda della regione di produzione. Da questo momento, la produzione e l’esportazione della birra fu appannaggio anche della nobiltà.

L’importanza che questo alimento assunse nella cultura tedesca è testimoniata dal cosiddetto Reinheitsgebot, ossia il decreto sulla genuinità della birra. Emesso il 23 aprile 1516 a Ingolstadt, in Baviera, stabiliva la composizione della birra. Acqua, malto e luppolo. Il lievito fu aggiunto espressamente solo più tardi.

Questo decreto viene applicato con severità ancora oggi ed è alla base degli odierni marchi di “indicazione geografica protetta” (IGP).

2. Curiosità

In passato, la legge consentiva di produrre birra solo durante i mesi freddi. La fermentazione doveva avvenire tra i 4° e 8° C.

Per ovviare a questa limitazione, i grandi birrifici di Monaco  scavarono delle cantine al di sotto delle rive del fiume Isar. In questo modo la birra poteva essere conservata al fresco. Per grandi birrifici intendiamo quelli conosciuti oggi per i loro marchi storici Augustinerkeller, Paulaner e l’Hofbräukeller.

Per tenere ancora più bassa la temperatura all’interno delle cantine, gli argini del fiume furono isolati con ghiaia. Vi furono piantati dei castagni per garantire ulteriore ombra in estate.

Col passare del tempo, le cantine furono usate per servire la birra in estate, oltre che per conservarla. Nel frattempo infatti i castagni erano cresciuti. L’aggiunta di panche fece il resto.

Questi novelli Biergarten preoccuparono i birrifici più piccoli e i locali in città. Chiesero quindi al re della Baviera Ludwig I di vietare loro di serviri cibi. In questo modo, i clienti avrebbero progressivamente abbandonato quei posti.Brezel

Il decreto fu però astutamente aggirato. I Biergarten continuarono a servire birra e i clienti presero l’abitudine di portarsi da casa il cibo!

Oggigiorno nei Biergarten si può ordinare, oltre alle bevande, anche delle pietanze semplici, ma gustose. Piatti a base di carne di maiale e di patate, le immancabili Kartoffeln.

Nelle amene cittadine bavaresi, d’estate, non c’è niente di meglio che andare a cena in un arioso e fresco Biergarten.

È cosa comune vedere famigliole in bici, con il proprio cestino di vimini, con l’insalata di carne (Wurstsalat) o di patate (Kartoffelsalat) accomodarsi ai lunghi tavoli.

È obbligatorio ordinare birra! Il famoso boccale da 1 litro si chiama Maß. È facoltativo ordinare le costine di maiale alla griglia, l’arrosto, lo stinco o il polletto allo spiedo. RippchenAccompagnando il tutto con la Brezel, il pane intrecciato aromatizzato dai chicchi di sale grosso.

È abitudine condividere i tavoloni, quindi è facile fare amicizia e incontrare persone nuove. Famigliole rumorose e coppiette di innamorati siederanno, gomito a gomito. Magari accanto a  un importante manager della BMW o a un ingegnere dell’Ufficio Europeo dei Brevetti, finalmente in maniche di camicia dopo una giornata di lavoro.

In alcuni Biergarten è previsto un servizio al tavolo, in altri vige il self service.

3. Info utili

Se cerchi altre lezioni di tedesco, puoi leggere gli articoli:

Chiamaci per fare una lezione di tedesco di prova o se vuoi un corso strutturato: 0543 23916 – 0544 202061.

Stai pensando di andare a fare un corso all’estero? Leggi le proposte dei nostri partner, per adulti e ragazzi.

Scopri l’offerta combinata: corso e stage in Germania.

Come trovare una ragazza alla pari: 2° parte

Guida pratica per scegliere tra tante ragazze alla pari

Tantissime sono le richieste delle ragazze alla pari che vogliono venire nel nostro paese.

Entrati a far parte di aupairworld.com vi si aprirà un mondo. Nel vero e proprio senso della parola. Scopri come funziona il sito nel mio precedente articolo.

In questo articolo:

Intervistando una ragazza inglese, ho chiesto “perché vuoi venire in Italia se non conosci la nostra lingua e non la studi nemmeno?”.

E lei candidamente ha risposto “chi non vorrebbe venire in Italia?”

E verranno anche se abiti in un paesino! Sbagliato pensare che sia meno invitante. I nostri standard sono diversi da quelli delle ragazze straniere.

Ricordo che parlavo con una ragazza americana che mi raccontava lo splendore di una campagna romagnola.

Prese dalla vita frenetica di una città grande, rivalutava infatti il contatto con la natura e la pace della campagna.

Questa foto di un capanno da pesca non è forse l’emblema della pace?

Come scrivere un buon profilo invitante?

Se lo scrivi in italiano, chi ha una consocenza base potrebbe non capire bene.

Meglio quindi scrivere l’annuncio in inglese. A meno che per te non sia fondamentale che la ragazza parli bene italiano.

Punta su frasi semplici e chiare.

Sottolinea i lati positivi della tua famiglia e della tua città.

Abiti in un piccolo centro? Sarà più facile conoscere persone ed integrarsi. Stare a contatto con la natura. Fare passeggiate e giri in bicicletta in campagna.

Abiti in una città? Ci sono tanti servizi e cose da visitare. Non necessariamente nella tua città, ma in quelle limitrofe.

Le ragazze alla pari sono solitamente abituate a muoversi con i mezzi pubblici. Bus, corriera o treno.

Scrivi a che distanza sono Roma, Venezia, Firenze o Milano. Sono città che chiunque vorrebbe visitare.

Metti una foto: il contatto sarà più immediato. Anche tu probabilmente sei più propenso a contattare chi nel profilo ha messo una foto.

Specifica bene cosa cerchi:

  • il periodo
  • gli orari
  • l’età di tuo figlio
  • le attività che dovrà svolgere con lui/lei

Quali domande fare alla ragazza?

ragazze alla pari

ragazze alla pari

Hai esperienza con bambini di xxx anni?

Chiedile se ha esperienza con bambini dell’età di tuo figlio e come trascorre il tempo con loro.

Sembra una domanda banale, ma non lo è. Se non hai esperienza di bambini piccoli, non sai magari che si divertono semplicemente a colorare o giocare con l’acqua in giardino.

Hai delle allergie?

Scontato, ma non troppo.

Dopo mezz’ora di video-chiamata e quasi certa di aver trovato quella giusta, ho scoperto che era allergica ai gatti. E io ho un gatto.

Sei fidanzata?

Se la prendi per un lungo periodo, chiedile se ha il fidanzato o che legame ha con la sua famiglia. Potrebbe sentire la mancanza ed essere più propensa ad “abbandonarvi”.

Ti paghi da sola il biglietto del viaggio?

Sii subito chiaro sulle spese del viaggio. Seppure puoi decidere di partecipare alle spese per l’acquisto del biglietto di ritorno, ricorda che non sei tenuto a pagarle il viaggio.

Alcune ragazze alla pari lo chiedono. E potrebbero metterla come condizione fondamentale per venire nella tua famiglia. A te la scelta.

Domande frequenti delle famiglie ospitanti (parte 1 e) parte 2

  • la ragazza alla pari viene solo in estate? >no. Ci sono tante ragazze che viaggiano tutto l’anno e possono venire da te quando vuoi.
  • c’è un periodo mimino o massimo di permanenza? >no. Lo decidi tu con la ragazza. Io ho trovato ragazze che volevano venire per 3 settimane e altre che volevano restare 12 mesi.
  • devo pagare il volo alla ragazza? >no. I costi sostenuti per raggiungerti sono a suo carico. Tuttavia viene consigliato di contribuire all’acquisto del volo di ritorno se il soggiorno è stato positivo.
  • per quante ore al giorno posso chiederle di stare con i bambini? > va stabilito in fase di colloquio e comunque prima che la ragazza arrivi in Italia. Indicativamente la ragazza dovrebbe trascorrere con i bambini 30 ore a settimana e ha diritto a 1 giorno libero.
  • a quanto ammonta la paghetta settimanale? >si concorda con la ragazza. Solitamente si parla di cifre tra 50 e 100 euro a settimana.
  • ci sono altri siti che mi permettono di trovare ragazze alla pari? >sì. Ma io ho usato questo personalmente e così altre persone che conosco. Mi sono fidata delle persone che me lo hanno consigliato. Io stessa sono rimasta molto soddisfatta. Ecco perché mi sento di consigliarlo. E non mi pagano per questo! Giuro!

 

Ultimo consiglio

Armati di pazienza!

Troverai ragazze con le idee poco chiare. Riceverai richieste anche da persone di nazionalità che non hai indicato nel tuo profilo. Ti scriveranno per proporsi per un periodo diverso da quello che ti serve. Ti contatteranno e poi…spariranno.

Io consiglio di chiarirsi bene le idee (leggi il mio primo articolo) e poi di rispondere serenamente “no”.

Non perderai delle opportunità. Eviterai di perdere tempo con profili che non corrispondono alla tua ricerca.

Con questo e il precedente articolo dovrei aver detto tutto. Ma se hai un dubbio, contattami. Ti aiuto con piacere, per quanto posso.

Beatrice Balducci

Beatrice Balducci

E la mia consulenza è gratuita!

marketing@actionlineitaly.com

tel. 0544 20 20 61

Skype: beatricebalducci

ragazza alla pari

Come trovare una ragazza alla pari: 1° parte

Questo è il modo migliore per trovare una ragazza alla pari

Io l’ho provato in prima persona e ho trovato la ragazza alla pari giusta per la nostra famiglia.

Il sito migliore è di una società tedesca: AuPairWorld GmbH con sede a Kassel in Germania.

Si chiama: www.aupairworld.com

 

Il sito è fatto molto bene ed è chiaro, ma magari per farti un’idea generale dovresti investire almeno un’ora del tuo tempo per capire come funziona.

Io ti do qualche dritta. Ti racconto la mia esperienza e ti dico gli errori da evitare. Così fai prima.

Prima chicca: l’iscrizione gratuita al sito non serve a molto se poi non la trasformi in iscrizione a pagamento, a partire da 39,90€ (leggi sotto).

Prima dell’iscrizione

È fondamentale chiarirsi le idee. Più chiaro è quello che cerchi e più facile sarà la ricerca.

  • di che nazionalità la cerchi?
  • quanto tempo deve rimanere?
  • la cerchi con esperienza?
  • deve avere la patente di guida?
  • cosa ti aspetti da lei?
  • deve conoscere l’italiano?
  • una ragazza o…. un ragazzo?
  • quanto tempo (e soldi) hai a disposizione per la ricerca?

Prima di rispondere, alcune considerazioni.

La nazionalità

Se il tuo obiettivo è l’inglese e vuoi un madrelingua, ricorda che oltre al Regno Unito puoi includere nella ricerca Irlanda, Stati Uniti, Canada, Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda.

Non sono ovviamente gli unici paesi in cui è lingua ufficiale, ma sicuramente sono quelli che io metterei in prima fila per la ricerca.

Anche in India parlano inglese, alle Barbados e in altri posti: ma io preferisco l’accento dei paesi che ho menzionato sopra.

Sono tante le ragazze straniere che si prendono un anno dopo gli studi per viaggiare per il mondo, quindi anche se di un paese lontano, potrebbe essere che la ragazza canadese o neo-zelandese sia già in Europa o in viaggio verso l’Europa.

Non pensare “è più facile trovarla da un paese vicino come l’Inghilterra”. Dipende da tanti fattori.

La durata del soggiorno

Se la ragazza ha indicato 1-12 mesi non significa necessariamente che vuole rimanere da te per un anno.

Semplicemente che è aperta ad un soggiorno medio-lungo.

Nulla vieta che rimanga da te per 1 mese o 1 mese e mezzo e poi si sposti in un’altra famiglia.

Uno dei primi obiettivi della ragazza alla pari è viaggiare e conoscere posti nuovi.

Esperienza

Tutte hanno esperienza di babysitteraggio o almeno il 99% di loro. Un fratello piccolo, la cuginetta, i figli dei vicini di casa.

Valuta però se possa essere per te importante che abbia esperienze come ragazza alla pari.

Vivere in un’altra famiglia, entrare a far parte di quel nucleo familiare, è diverso rispetto a fare la baby-sitter all’occorrenza.

Ha la patente di guida?

Se pensi che potresti aver bisogno che lei porti i figli a scuola o a danza, allora cercala con la patente di guida.

Ma ricorda anche che le ragazze straniere sono più abituate di noi ad usare i mezzi pubblici (anche se ce ne sono pochi nella tua zona/città).

Loro sono brave ad organizzarsi e per i tuoi figli potrebbe essere un’esperienza diversa.

Le tue aspettative

Ti serve un aiuto con i bambini e/o per le faccende domestiche? O vuoi sfruttare l’occasione per farli stare a contatto con una lingua straniera?

Nel primo caso, leggi bene i profili perché non tutte aiutano nelle faccende domestiche.

Se la ragazza alla pari è l’occasione per praticare una lingua, valuta bene la nazionalità. Diversamente andrà bene qualsiasi nazionalità, purché abbiate una lingua in comune di comunicazione.

Sa l’italiano?

Vuoi che la ragazza alla pari parli inglese con i tuoi figli, ma se loro non lo parlano e si esprimono solo in italiano, è buona cosa trovare una persona che conosca un po’ di italiano.

In questo modo, i tuoi figli verrebbero compresi e sarebbero meno frustrati. Soprattutto se sono piccoli.

Attenzione invece con i più grandicelli: potreste avere l’effetto contrario. Con la convinzione “tanto lei capisce quando parlo italiano” non si sforzeranno per parlare inglese.

Il ragazzo alla pari

Hai un figlio maschio?

Allora ti consiglio di provare con un ragazzo alla pari.

Si sta diffondendo anche tra i ragazzi l’idea di girare il mondo e incontrare nuove culture facendo il ragazzo alla pari.

Diventerebbe una sorta di fratello maggiore e probabilmente saprebbe coinvolgere tuo figlio meglio di una ragazza. Soprattutto se tuo figlio è già grandicello, dai 9 anni in su.

Avere un “maschio” con cui giocare a video-games o a calcio è più bello.

Tempo a disposizione

Ti sei mosso con anticipo e hai 3-4 mesi a disposizione. Ottimo! Fai le cose con calma.

Ricorda però che l’iscrizione costa in base alla durata.

Ipotizziamo che hai tre mesi a disposizione.

Sbirci tutti i profili dei nuovi iscritti, scambi e-mail, fai mille domande.

A proposito: puoi attivare l’alert e ricevere un’email da AuPairWorld che ti segnala le nuove iscrizioni che corrispondono ai tuoi criteri di ricerca. Lo consiglio vivamente!

Poi, selezionate le figure interessanti, fissi un colloquio via Skype e firmi il contratto con la ragazza alla pari che più ti ispira.

E se hai poco tempo? Puoi farcela ugualmente! L’abbonamento base per accedere al database e contattare gli iscritti è di 30 giorni (39,90€). Chiarisciti bene le idee (vedi sopra) e prendi l’attività seriamente. Collegati più volte al giorno, contatta solo chi corrisponde ai tuoi criteri e fissa video-chiamate su Skype.
Chi non accetta o procrastina la video-chiamata probabilmente non è veramente interessata.

Idee chiare?

Hai le idee chiare? O te le sei chiarite leggendo fino a qui? Allora sei pronto per il passo successivo. L’iscrizione. Puoi iniziare con l’iscrizione gratuita.

Cosa ti permette di fare l’iscrizione gratuita? Non molto a dire il vero.

Puoi cercare nel database di ragazze alla pari (del cognome vedrai solo l’iniziale), leggere i profili e mandare un messaggio standard di dimostrazione di interesse.

Non puoi personalizzare il messaggio e non puoi leggere l’eventuale risposta della ragazza. A quel punto scatta necessariamente l’iscrizione a pagamento.

39,90€ per un mese

69,90€ per tre mesi

129,90€ per un anno

Domande frequenti delle famiglie ospitanti

Parlando di ragazza alla pari con amici o clienti, mi sono sentita spesso fare le stesse domande. Le più frequenti sono:

  • devo avere una stanza solo per la ragazza alla pari? > sì, anche se alcune potrebbero accettare di dormire con tua figlia, la ragazza alla pari ha diritto ad una stanza solo per lei
  • devo pagarla? >sì, devi riconoscerle una paghetta settimanale da concordare prima dell’arrivo. Si va da 50 a 100 euro a settimana. Oltre a offrirle vitto e alloggio.
  • mi aiuta nelle faccende domestiche? > ni. Alcune sono disponibili, altre no. Lo vedi scritto nel loro profilo.
  • posso trovare una ragazza alla pari per mio figlio disabile? > sì. Nel profilo vedi scritto chiaramente se la ragazza è disponibile e ha esperienza nell’accudire bambini con disabilità.
  • posso avere una ragazza alla pari solo per un breve periodo? >sì. Ci sono ragazze che cercano anche per sole 2 settimane. Il modulo standard del sito parte da 1 mese, ma poi se spulci nel profilo puoi trovare scritto il periodo esatto in cui sono disponibili (es. dal 20 agosto al 15 settembre) oppure l’arco temporale (cerco per tre settimane).
  • la ragazza alla pari studia italiano? >non è detto. Alcune vogliono venire in Italia per praticare l’italiano, ma molte semplicemente perché l’Italia è un paese meraviglioso (soprattutto agli occhi degli stranieri!).
  • la ragazza alla pari viene solo d’estate? >no. Ci sono ragazze che viaggiano per un anno intero, spostandosi da un paese (o da un continente!) all’altro e da una famiglia all’altra.

 

Tutto chiaro fin qui? Bene.

Vuoi iscriverti e iniziare l’avventura?

Appuntamento al prossimo articolo per approfondire il tema e scoprire i passi successivi.

Beatrice Balducci

Beatrice Balducci

Se non vuoi aspettare e vuoi chiedermi subito cosa fare, no panic!

Scrivimi! Sarò felice di aiutarti in base alla mia esperienza!

marketing@actionlineitaly.com

beatricebalducci1975@gmail.com

tel. +39 0544 20 20 61

Ad agosto traduttori a prezzo light

Traduttori sempre al lavoro

Sebbene nel mese di agosto i ns. uffici saranno chiusi dal 14 al 18 agosto, i nostri traduttori saranno al lavoro.

I clienti che commissioneranno traduzioni entro le ore 13.00 di domani, venerdì 11 agosto 2017 avranno due vantaggi:

  1. tempi di consegna standard
  2. prezzo light

 

Tempi di consegna

I tempi di consegna rimangono invariati.

Le traduzioni commissionate entro l’11 agosto avranno come prima data utile di consegna lunedì 21 agosto.

Alla conferma di un lavoro, vi informeremo della data di consegna.

Si consideri sempre che un traduttore professionista traduce fino a un massimo di 6-8 cartelle, a seconda dell’argomento e del formato messo a disposizione.

Un file pdf richiede un’attenzione e una lavorazione maggiori rispetto ad un file editabile che può essere sovrascritto.

L’ufficio sarà chiuso, ma i nostri traduttori saranno al lavoro. Non tutti. Ma tanti!

Nota: nella settimana di ferragosto, è sospeso il servizio di asseverazione/legalizzazione.

Prezzo light

Ad agosto anche i prezzi si mettono a dieta.

Per richieste superiori a 10.000 battute, offriamo uno sconto del 5% sul prezzo del listino.

L’offerta è valida per le traduzioni da francese a italiano e da spagnolo a italiano.

Può usufruire dell’iniziativa chi non ha già una convenzione a condizioni agevolate.

Ti interessa saperne di più sulle nostre convenzioni? Contattaci, spiegaci le tue esigenze e ricevi la nostra proposta.

Scrivi a marketing@actionlineitaly.com o chiamami al n° 0544 20 20 61.

Puntiamo sulla professionalità, non sul risparmio.

La convenzione ti garantisce fasce di sconto sulla quantità, non sulla qualità!

Più traduciamo, maggiori saranno gli sconti e a fine anno, a conguaglio, ti restituiremo una percentuale sul fatturato.

Per il mese di agosto, saremo chiuse solo 4 giorni: 14-16-17-18 agosto.

Osserveremo orario ridotto nella settimana precedente e in quella successiva.

Dal 7 all’11 e dal 21 al 25 agosto ci puoi trovare dalle 9:00 alle 13:00.

Se hai necessità di passare dai ns. uffici al di fuori di quegli orari, chiamaci e fisseremo un appuntamento.

vendere vino all'estero

Vendere vino all’estero

Come conquistare e rafforzare la propria posizione di mercato per vendere vino all’estero

I dati di mercato parlano chiaro: l’Italia ha bisogno di vendere vino all’estero più di quanto non stia già facendo. Specialmente nel mercato asiatico.

Nella classifica delle vendite rimaniamo secondi (primi i cugini francesi). Soprattutto mancano fette rilevanti di vendita in Asia, il mercato più ricco e potenziale (cfr. Business Insider Italia).

C’è bisogno di più incisività, di “uscire dalla vigna” e di parlare la lingua dei mercati esteri.

Cosa sta facendo la Regione Emilia Romagna a tale proposito?

La Guida “Emilia Romagna da bere e da mangiare”

vendere vino all'esteroLa Guida dei Vini è da anni uno strumento privilegiato per promuovere l’internazionalizzazione e vendere vino all’estero.

La guida contiene oltre 300 cantine vinicole che si presentano al pubblico con le proprie eccellenze.

Più di 1.000 etichette vengono descritte nelle dettagliate degustazioni dei sommelier Ais.

I vini sono abbinati ai più pregiati prodotti tipici regionali.

Una combinazione azzeccatissima.

E da ultimo, ma non per importanza, la traduzione in inglese svolta dai nostri traduttori professionisti, che fa del volume un eccellente strumento di promozione internazionale per i produttori vinicoli dell’Emilia Romagna.

La traduzione in lingua inglese

traduzione di testi

traduzione in inglese della Guida dei Vini 2017-2018 a cura di Action line

Anche quest’anno Action line si è occupata con orgoglio della traduzione in inglese della Guida dei Vini dell’Emilia Romagna. L’obiettivo primario è far sì che i produttori della regione possano accrescere la loro visibilità a livello internazionale e vendere vino all’estero più di quanto non facciano oggi.

Grazie all’esperienza dei nostri traduttori specializzati in enologia e wine tasting garantiamo una traduzione accurata ed efficace di tutta la terminologia relativa all’ambito enologico ed enogastronomico.

 

Per le tue traduzioni in campo enologico ed enogastronomico contattaci, spiegaci le tue esigenze e ricevi la nostra proposta:

  • Telefona al n° 0543 23916 (sede di Forlì) oppure al 0544 202061 (sede di Ravenna), oppure
  • Invia una mail con la tua richiesta di un preventivo senza impegno scrivendo a info@actionlineitaly.com
  • In alternativa, ci puoi chiamare o video-chiamare su Skype: action_line

 

Sei un enoappassionato?

Sapevi che a Cesena e Cesenatico il vino rosso si abbina al pesce azzurro? A che temperatura è meglio degustare un lambrusco accompagnato da stuzzichini di mortadella?

A tutte queste e altre domande risponde “Emilia Romagna da bere e da mangiare 2017-2018”, quest’anno alla sua tredicesima edizione.

Tramonto DiVino

La guida fresca di stampa sarà presentata in occasione di Tramonto DiVino. Un evento itinerante unico che propone una suggestiva carovana del vino al calar del sole (appuntamento ore 19:30). Da Bologna a Piacenza, da Ferrara, a Milano MarittimaRimini ed infine Cesenatico.

Le centinaia di etichette della Guida “Emilia Romagna da bere e da mangiare” vengono raccontate e abbinate da decine di sommelier Ais ai prodotti tipici certificati dell’Emilia e della Romagna.

Tramonto DiVino richiama da anni migliaia di appassionati, turisti e winelovers.

Per tutti gli appuntamenti di Tramonto DiVino consulta il portale dei vini dell’Emilia Romagna. Oppure scarica l’App “Via Emilia Wine & Food” per tutte le informazioni.

 

 

 

vacanza in Germania

Vocabolario utile per la tua vacanza in Germania

Vacanza in Germania senza sorprese!

In Germania molti parlano l’inglese ma può certo essere utile conoscere qualche parola.

Soprattutto se ti aspetta un viaggio itinerante che tocca anche centri più piccoli o posti lontani dalle solite mete turistiche.

Vacanza in Germania - Berlino

Vacanza in Germania – Berlino

Noi abbiamo pensato ad un frasario italiano-tedesco di sopravvivenza suddiviso in aree tematiche. Scarica il nostro: Frasario Il Tedesco per Viaggiare

Nello specifico, troverai:

  1. i saluti
  2. parole di base
  3. i cartelli
  4. al ristorante
  5. frasi utili al ristorante
  6. a spasso per la città

 

I saluti

Ok, non conosci il tedesco, ma la buona educazione sì. Allora è buona cosa salutare in tedesco.

Pensa l’effetto che fa uno straniero che ti ferma per chiederti un’informazione e ti saluta con un “Buongiorno”.

Che sia “Buonciorno” o “Bongiorno” o ancora “Buongiorni”, apprezzerai lo sforzo e si creerà subito empatia.

Buongiorno Guten Tag
Buona sera  Guten Abend
 Buona notte  Gute Nacht
 Benvenuti  Willkommen
A domani Bis Morgen
Ciao Hallo
Arrivederci Aufwiedersehen! (formale)

Tschüss! (informale)

Parole di base

Per proseguire con la tua vacanza in Germania, ti sarà utile anche conoscere le parole basilari.

Noi abbiamo pensato a queste. Pensi ce ne siano altre da aggiungere? Scrivici!

Ja
no Nein
Aiuto! Hilfe
Attenzione! Achtung!
Scusi Entschuldigen Sie bitte
Per favore (in forma interrogativa o come risposta a un ringraziamento [Danke]) Bitte
Grazie Danke
Prego Bitte / keine Ursache
Posso? Darf ich?
Nessun problema! Kein Problem!
Parla Italiano o inglese? Sprechen Sie Italienisch oder Englisch?
Non parlo bene tedesco Ich spreche nicht gut Deutsch
Scusi, non ho capito Verzeihung, ich habe nicht verstanden
Potrebbe ripetere? Könnten Sie wiederholen?
Mi potrebbe aiutare, per favore? Könnten Sie mir bitte helfen?
Mi dispiace molto Es tut mir sehr leid
Quando? Wann
Dove? Wo?
Cosa? Was?
Perché? Warum?

I cartelli

Quando ero in vacanza in Germania, mi sono ritrovata a cercare su Google la traduzione dei cartelli.

Quindi penso sia interessante avere una panoramica delle più comuni.

Ausgang Uscita
Ausfahrt Uscita (da autostrade/tangenziali)
Besetzt Occupato
Drucken Spingere
Eingang Entrata
Frauen Donne
Frei Libero
Geschlossen Chiuso
Männer Uomini
Offen Aperto
Rauchen verboten Vietato fumare
Verboten Vietato
Willkommen Benvenuti
Ziehen Tirare

Al ristorante

Terreno difficile in tutte le lingue. Ma alla fine si riesce sempre a mangiare.

Vacanza in Germania - al ristorante

Vacanza in Germania – al ristorante

Se riusciamo anche ad ordinare quello che ci piace, ancora meglio!

Allora la tua vacanza in Germania passa anche dal RISTORANTE!

La parola die-der-das dopo il sostantivo indica il genere perché in tedesco i sostantivi – sempre scritti con la lettera maiuscola – possono essere femminili, maschili o neutri.

Aperitif, der Aperitivo
Aperitif, der Aperitivo
Auberginen, die (Pl.) Melanzane
Bier, das Birra
Brot, das pane
Dicke Gemüsesuppe Minestrone, die
Digestiv, das / Verdauungslikör, der Digestivo/amaro
Erbsen, die (Pl.) piselli
Erster Gang Primi piatti
Fisch, der pesce
Flaschenwein, der Vino imbottigliato
Fleisch, das Carne
Fleischwürste, die (Pl.) salsicce
Frühstück, das Colazione
Garnelen, die (Pl.) Gamberetti
Gasthaus, das Trattoria
Gemischte, in Öl ausgebackene Fische Frittura di pesce
Gemischter Aufschnitt Affettato misto
Gemischter Salat Insalata mista
Gemischter Vorspeiseteller Antipasto misto
Geröstetes Brot mit Tomaten und Basilikum Bruschetta al pomodoro
Gezapftes Bier / Bier vom Fass Birra alla spina
Grüner Salat Insalata verde
Kabeljau, der Merluzzo
Kalbsschnitzel, das Scaloppina di vitello
Kartoffeln, die (Pl.) Patate
Kuchen, der Torta
Languste, die Aragosta
Mahlzeit, die Pasto
Nachtisch, der Dessert
Nudelgerichte, die (Pl.) pasta
Obstsalat, der macedonia
Paprika, die (Pl.) peperoni
Pilze, die (Pl.) Funghi
Pommes frites, die (Pl.) Patatine fritte
Rauke, die Rucola
Restaurant, das Ristorante
Riesengarnelen, die (Pl.) gamberoni
Schwertfisch, der Pesce spada
Seezunge, die sogliola
Sekt, der Spumante
Steak vom Rost, das Bistecca ai ferri
Suppe, die Brodo
Tageskarte, die Menu del giorno
Thunfisch, der Tonno
Tintenfisch, der Polipo
Tomaten, die (Pl.) Pomodori
Tomatensalat, der Insalata di pomodori
Vorspeisen, die Pl. Antipasti
Zahnbrasse, die dentice
Zucchini, die (Pl.) Zucchine
Zweiter Gang Secondi piatti
Zwiebel, die cipolla

Frasi utili al ristorante

Oltre alle parole di cui sopra, ti troverai a dover dire forse anche altre cose.

Qui la nostra lista.

Posso pagare con la carta di credito? Nehmen Sie Kreditkarten an?
Avete un tavolo per 6? Haben Sie einen Tisch für sechs Personen
Ho riservato un tavolo a nome Rossi Ich habe einen Tisch für Rossi reserviert.
Cameriere! Ober!
Menu Speisekarte, die
Avete un menu in inglese? Hätten Sie eine Speisekarte auf Englisch bitte?
Il conto per cortesia Die Rechnung bitte
Dov’è il bagno? Wo befinden sich die Toiletten?

A spasso per la città

La tua vacanza in Germania è a buon punto. Sei arrivato, hai imparato a salutare e leggere i segnali. Al ristorante sei riuscito ad ordinare e pagare.

Ora non resta che fare un giro per la città.

Ecco il nostro suggerimento. Abbiamo dimenticato qualcosa? Scrivici!

Mi sono perso Ich habe mich verlaufen
Sto cercando un ristorante Ich bin auf der Suche eines Restaurants
Puoi scattarci una foto? Können Sie ein Foto von uns machen? (forma di cortesia da usare con persone che non conosciamo specialmente se in età più avanzata)

Könntest du ein Foto von uns machen?

Dove posso prendere un taxi? Wo kann ich ein Taxi nehmen?
Dove posso prendere un autobus per andare in centro? Wo kann ich einen Bus ins Stadtzentrum nehmen?
Dov’è la fermata dell’autobus? Wo ist die Bushaltestelle?
Dov’è la stazione più vicina? Wo ist der nächste Bahnhof?
Mi può indicare sulla cartina dove ci troviamo? Können Sie uns auf der Karte zeigen, wo wir uns befinden?
Scusi, dov’è/dove sono…

la posta

la banca

la stazione

la fermata del bus

la spiaggia

la piazza

Verzeihung, wo ist/wo sind…

die Post

die Bank

der Bahnhof

die Bushaltestelle

der Strand

der Platz

Come ci arrivo? Wie komme ich dorthin?
Sempre dritto Immer geradeaus
La prima/seconda strada a sinistra/destra Die erste/zweite Straße nach links/rechts
Dopo l’incrocio Nach der Kreuzung
Ponte Brücke, die
Biglietto (di mezzo pubblico) Fahrkarte, die
Biglietto giornaliero Tageskarte, die
Biglietto settimanale Wochenkarte, die
Dove ferma il bus per …? Wo hält der Bus nach…?
Quale bus va a…? Welcher Bus fährt nach…?
Il numero / la linea Die Nummer / die Linie
Quando parte l’ultimo bus per…? Wann fährt der letzte Bus nach
Questo bus va a…? Fährt dieser Bus nach…?
Per andare a… devo cambiare? Muß ich nach…. umsteigen?
Per favore mi dice dove devo scendere/cambiare Sagen Sie mir bitte, wo ich aussteigen/umsteigen muß?
Dov’è un posteggio di taxi? Wo ist ein Taxistandplatz?
Quanto costa andare a…? Wieviel kostet es bis….?

Allora ti è stato utile il nostro articolo?

Puoi scaricare la versione pdf: Frasario Il Tedesco per Viaggiare.

Ricordati di segnalarci cosa manca o cosa vorresti che trattassimo nel prossimo articolo.

Se ti interessa il tedesco, ti consiglio di visitare la nostra pagina sui Corsi di tedesco all’estero. Potresti abbinare due cose: una vacanza in Germania e un corso di tedesco la mattina.

Ti segnalo anche altri articoli sul tedesco:

Per qualsiasi suggerimento, chiamaci 054323916 – 0544202061 o scrivici formazione@actionlineitaly.com

lavorare all'estero

Finanziamenti per lavorare all’estero

Scopri come chiedere contributi per lavorare all’estero, in un paese dell’UE

Sei cittadino UE, disoccupato con più di 35 anni? Vorresti andare a lavorare all’estero?

Però ti frena il pensiero delle spese che dovrai sostenere per recarti al colloquio di lavoro, trasferirti, frequentare corsi di lingua….

Se stai valutando la possibilità di lavorare all’estero per un periodo superiore a sei mesi, il programma REACTIVATE ti viene in aiuto con una serie di supporti finanziari mirati.

Come funziona?

Hai già trovato un lavoro o lo stai ancora cercando?

Devi recarti ad un colloquio di lavoro all’estero?

Sei in procinto di trasferirti all’estero per lavoro?

Devi convalidare i tuoi titoli di studio per lavorare all’estero?

Traduttori e interpreti

Leggi tutto l’articolo, oppure vai direttamente alle parti che ti interessano

 

CERCO LAVORO

FINANZIAMENTO PER SPESE DI VIAGGIO PER COLLOQUIO DI LAVORO

INDENNITÀ DI TRASFERIMENTO

FINANZIAMENTO PER CORSI DI LINGUA

RICONOSCIMENTO DELLE QUALIFICHE

 

Programma REACTIVATE – Boost your mobility: cos’è?

È il programma europeo che prevede la concessione di finanziamenti ai cittadini UE di età superiore ai 35 anni che desiderano lavorare all’estero, in un altro Stato membro, per una durata minima di sei mesi.

Il programma è finanziato dall’asse EURES del programma EaSI (programma dell’UE per l’Occupazione e l’Innovazione Sociale).

I finanziamenti coprono le spese relative a:

  • colloquio di lavoro
  • trasferimento nel paese di destinazione
  • eventuali corsi di lingua
  • omologazione dei titoli di studio

Pertanto, nel caso in cui tu abbia trovato un lavoro della durata superiore ai sei mesi in un paese dell’Unione Europea, devi sapere che hai diritto a un finanziamento per recarti al colloquio di lavoro, trasferirti nel paese di accoglienza, seguire corsi di lingua, convalidare i titoli di studio e/o le qualifiche professionali in tuo possesso.

Fine del programma: giugno 2018

 

CERCO LAVORO

Se cerchi lavoro all’estero ti segnaliamo che puoi consultare le offerte disponibili sulla piattaforma EURES (European Employment Services). EURES è il portale europeo che fornisce gratuitamente servizi d’informazione e consulenza per chi desidera lavorare all’estero, in un paese membro dell’Unione Europea.

Offre servizi gratuiti sia per chi cerca lavoro, sia per datori di lavoro che desiderano assumere candidati provenienti da un altro paese dell’UE.

 

FINANZIAMENTO PER SPESE DI VIAGGIO PER COLLOQUIO DI LAVORO

Se vuoi recarti ad un colloquio di lavoro in un paese dell’Unione Europea diverso dal tuo paese di residenza, hai diritto ad un finanziamento per coprire le spese del viaggio, fino ad un massimo di 350€, a seconda del paese di destinazione.

Requisiti:

  • La durata del contratto proposto deve essere di almeno 6 mesi.
  • Le ore di lavoro concordate dal contratto devono superare almeno il 50% delle ore lavorative previste dalla legislazione in essere nel paese di destinazione.
  • La richiesta di finanziamento deve essere inviata per accettazione al servizio dedicato prima della data prevista per il colloquio di lavoro.
  • Documenti da inviare:
    Richiesta di finanziamento
    Attestato di presenza

Il modulo di richiesta, debitamente compilato e firmato, e gli altri documenti richiesti, dovranno essere scannerizzati e inviati a: eures@ifoa.it

 

INDENNITÀ DI TRASFERIMENTO

Se devi trasferirti in un paese dell’Unione Europea (diverso dal tuo paese di residenza) nel quale hai trovato un lavoro della durata minima di 6 mesi, hai diritto ad un finanziamento per le spese di viaggio e di soggiorno che dovrai sostenere per il tuo trasferimento nel paese di destinazione. L’importo del finanziamento è forfettario e può variare in base al paese di destinazione.

 

Requisiti:

  • La durata del contratto proposto deve essere di almeno 6 mesi.
  • Le ore di lavoro concordate dal contratto devono superare almeno il 50% delle ore lavorative previste dalla legislazione in essere nel paese di destinazione.
  • La richiesta di finanziamento deve essere inviata per accettazione al servizio dedicato prima della data prevista per l’inizio del rapporto di lavoro.
  • Documenti da inviare:
    Richiesta di finanziamento
    Attestato di presenza

Il modulo di richiesta, debitamente compilato e firmato, e gli altri documenti richiesti, dovranno essere scannerizzati e inviati a: eures@ifoa.it

  

FINANZIAMENTO PER CORSI DI LINGUA

Hai bisogno di perfezionare la conoscenza della lingua del paese in cui ti recherai a lavorare per un periodo superiore a sei mesi?

Se devi recarti a lavorare all’estero, hai diritto a richiedere un sostegno finanziario per seguire dei corsi di lingua. Il finanziamento corrisponde al rimborso dei costi reali dichiarati per un importo massimo di 1.270 €. Dovrai fornire un attestato di presenza, un documento di pagamento emesso dalla scuola di lingua ed una copia della fattura con il saldo totale. La richiesta di finanziamento dovrà essere approvata prima dell’inizio del corso.

Il modulo di richiesta, debitamente compilato e firmato, e gli altri documenti richiesti, dovranno essere scannerizzati e inviati a: eures@ifoa.it

 

RICONOSCIMENTO DELLE QUALIFICHE

Traduzioni legaliDesideri far riconoscere i tuoi titoli di studio e/o le qualifiche di cui sei in possesso per accedere ad una determinata posizione lavorativa nell’Unione Europea? Ciò può implicare l’ottenimento di copie e/o di traduzioni giurate/certificate, lo svolgimento di stage di formazione, tirocini e/o prove di idoneità. L’importo del rimborso corrisponde ai costi reali sostenuti fino ad un massimo di 1.000 €. La richiesta di finanziamento deve essere obbligatoriamente accompagnata da un preventivo.

  • Documenti da inviare:

Richiesta di finanziamento

Richiesta di rimborso

Il modulo di richiesta, debitamente compilato e firmato, e gli altri documenti richiesti, dovranno essere scannerizzati e inviati a: eures@ifoa.it

 

Per maggiori informazioni sul progetto REACTIVATE rivolgiti a:

Arsonela Sorra
IFOA – Istituto Formazione Operatori Aziendali
Via G. Giglioli Valle,11 – 42124 Reggio Emilia
Telefono: +39 0522 329111/323
Fax: +39 0522 284708
E-mail: eures@ifoa.it

Per consulenze linguistiche o per assistenza nel compilare e inviare la documentazione del bando, contattaci!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Imparare lo spagnolo

Spagnolo per bambini – partes del cuerpo

Imparare lo spagnolo sotto forma di giochi e passatempo

Corso di spagnolo

Corso di spagnolo

¿Estáis listos? Siete pronti bambini per imparare lo spagnolo con noi?

Ecco una nuova divertente lezione di spagnolo.

In questa lezione impareremo i nomi delle principali zone del nostro corpo, a cominciare dalla testa, la cabeza.

İ Vamos a empezar!

Actividad 1

Mira los dibujos y fíjate en los nombres de las zonas de tu cara (=viso). Luego intenta hacer el crucigrama ilustrado a continuación.

en_tu_cabeza

Clicca qui per scaricare il cruciverba e stamparlo.

crucigrama_ilustrado

Aquí tienes la Solución.

Actividad 2

Lee esta historieta y subraya los nombres de las partes del cuerpo de Javier.

en_el_medico_1

 

en_el_medico_2

Actividad 3

Ahora escribe correctamente los nombres de las partes del cuerpo en este dibujo.

Clicca qui per stampare la pagina.

partes_del_cuerpo

Aquí tienes la Solución.

Ahora que conoces los nombres de las partes del cuerpo, escucha esta canción y practíca.

Buon divertimento e …

… İHasta pronto!

 

Come sempre sono graditi commenti e suggerimenti! Ti ricordiamo i nostri contatti:

formazione@actionlineitaly.com

tel. 0543 23916 (sede di Forlì) oppure 0544 202061 (sede di Ravenna)

Skype: action_line

In alternativa, passa a trovarci nella ns. sede di Forlì in Via Dandolo 16/a, non lontano dal mercato coperto e dalla rotonda inclinata di Santa Chiara.

Ti posso interessare anche le precedenti lezioni:

Per i genitori, possono essere interessanti questi articoli:

Infine, se ti interessa fare un corso di spagnolo in Spagna, scrivici.

Abbiamo stretto una partnership con una scuola a Salamanca che offre corsi per ragazzi e adulti. Dicci cosa cerchi e ti daremo tutti i dettagli che ti servono. Per info: 0543 23916 oppure 0544 202061.