Abbiamo testato cinque dizionari inglesi on-line

Quando cerchi il significato di una parola straniera su internet, probabilmente utilizzerai un dizionario inglese on line. Quasi sicuramente sarà uno di questi:

  1. WORDREFERENCE > a noi piace molto
  2. DIZIONARI DEL CORRIERE > a noi piace
  3. DICIOS > noi lo bocciamo
  4. BAB.LA > voto sufficiente
  5. REVERSO > a noi piace

Sono quelli che compaiono per primi su Google quando si cerca la traduzione di una parola. Noi li abbiamo testati per voi.

Ti interessano le APP per imparare le lingue? Abbiamo testato anche quelle: Busuu, Duolingo e Aba English.

 

dizionari-cartacei

Torniamo ai dizionari.

Scopri quali sono i PRO e CONTRO di ciascun dizionario. Oppure salta alle conclusioni e leggi il nostro parere.

Nella mia esperienza di traduttrice e insegnante di lingue sono sempre stata abituata a ricercare il significato di un termine prima nel dizionario inglese monolingua e, in un secondo momento, nel dizionario bilingue.

Ma ho cercato di essere imparziale e di non farmi influenzare dalla mia deformazione professionale quando testavo un dizionario inglese.

DIZIONARI PLURILINGUE ONLINE, PREGI E DIFETTI

1. WORDREFERENCEwordreference

VOTO: CI PIACE MOLTO

I PRO:

  • è molto dettagliato. Contiene traduzioni, definizioni in inglese, sinonimi, audio della pronuncia, immagini e frasi di esempio.
  • è “intelligente“. Se sei nella sezione “inglese-italiano”, puoi cercare comunque come si traduce in inglese una parola italiana. Quando inizi a scrivere la parola, intuisce di che lingua si tratta e ti propone un elenco di parole tra cui scegliere.
  • si può scegliere tra numerose combinazioni linguistiche incrociate. Tra cui spagnolo-inglese, inglese-francese, spagnolo-portoghese, inglese-tedesco.
  • link interni rimandano ad altri lemmi

I CONTRO:

  • l’italiano si abbina soltanto a inglese e spagnolo.

 

2. DIZIONARI DEL CORRIEREdizionario-inglese-2

VOTO: CI PIACE

I PRO:

  • sono adatti ad una consultazione immediata ed essenziale
  • le lingue disponibili sono inglese, francese, tedesco, spagnolo
  • ha un dizionario dei sinonimi e contrari in italiano

I CONTRO:

  • la combinazione di default è “lingua straniera – italiano”. Se vuoi cercare come si dice “banchina” in inglese, dovrai spuntare la sezione “italiano-inglese”. Poi in automatico per la ricerca successiva, il dizionario ti riproporrà la combinazione “inglese-italiano”. Se dovrai cercare come si dice in inglese un’altra parola, dovrai tornare a spuntare la sezione “italiano-inglese”. E se ti dimentichi? Ovviamente sarà visualizzato il messaggio “Parola non trovata”.
  • non sono corredati da immagini e dall’audio della pronuncia
  • le frasi di esempio sono molto stringate
  • non ci sono link interni che rimandano ad altri lemmi per un maggiore approfondimento

 

3. DICIOS

VOTO: BOCCIATO

I PRO:

  • contiene significato, sinonimi con link di rimando, definizioni
  • le traduzioni sono disponibili in numerose lingue

I CONTRO:

  • le traduzioni del termine ricercato sono disposte in un elenco confuso
  • consultazione dispersiva
  • è necessario leggere le definizioni sottostanti per orientarsi tra i vari significati e capire quale si adatta al proprio contesto
  • la consultazione è infastidita da molti banner pubblicitari

 

4. BAB.LA

VOTO: SUFFICIENTE

I PRO:

  • È lineare e facile da consultare
  • contiene esempi d’uso in molti casi tratti da fonti esterne autorevoli (es. documenti del Parlamento Europeo, Vaticano, ecc.)
  • ciascuna accezione viene affiancata da una frase di esempio bilingue
  • disponibili numerose combinazioni linguistiche

I CONTRO:

  • È un po’ scarno e non contiene le definizioni in inglese delle parole. Trovi che la traduzione di “bottega” in inglese è shop, business, workshop… ma non sai quale usare perché non è chiara la differenza.

 

5. REVERSO

VOTO: CI PIACE

I PRO:

  • è molto dettagliato e permette di consultare un lemma secondo vari criteri di ricerca a seconda delle proprie necessità (Traduzione, Sinonimi, Studenti, Definizioni, Contesto)
  • subito in alto compare il link “Cerca nel Web” per la ricerca immediata del termine su Web, Wikipedia, Ricerca di Immagini e Contesto.
  • Numerose combinazioni linguistiche disponibili

I CONTRO:

  • per consultare le varie risorse disponibili (accezioni, definizioni, contesto, pronuncia) bisogna navigare in più pagine e, almeno le prime volte, la consultazione può risultare dispersiva.

CONCLUSIONI

Per noi il migliore è: Wordreference. Lingue disponibili in abbinamento con l’italiano: inglese e spagnolo. È dettagliato, contiene esempi, definizioni, sinonimi, audio e immagini.

Buoni i Dizionari del Corriere che offrono anche francese e tedesco in abbinamento con l’italiano. Peccato che non ci sia l’audio!

Voto sufficiente per Bab.la e Reverso.

Bocciato Dicios.

I dizionari che ho citato sono solo alcuni degli strumenti linguistici disponibili oggi in formato elettronico. Ci sono numerose altre risorse come le enciclopedie online (ad es. Wikipedia o Encyclopedia.com), i dizionari monolingue (es. The Free Dictionary o Dictionary.com) o i portali per traduttori (ProZ).

Spero di aver fornito alcuni spunti analizzando i principali punti di forza e i punti deboli di alcuni di questi strumenti.

Il mio suggerimento è quello di provarli e trovare quello che più si addice alle tue necessità.

E tu? Quale dizionario inglese utilizzi principalmente? Condividi con noi la tua esperienza!

Com’è cambiato oggi il mondo dei dizionari?

Una volta il DIZIONARIO CARTACEO  era “lo” strumento per eccellenza utilizzato da studenti, traduttori e da chiunque volesse ricercare il significato di una parola straniera o tradurre un termine italiano in un’altra lingua.

Tutti avevamo almeno un dizionario inglese cartaceo in casa.

Oggi invece, nell’era del digitale, il dizionario è sempre di più una pagina web, un sito internet, e molti dichiarano di preferire le risorse offerte dalla Rete al classico dizionario cartaceo.Traduzioni di siti web

I dizionari online offrono indubbiamente diversi vantaggi:

  • praticità: permettono una consultazione immediata mentre si sta seduti davanti allo schermo del PC
  • costo: molti sono gratuiti
  • aggiornamento: vengono costantemente aggiornati e quindi sono da preferire per la terminologia contemporanea e il linguaggio colloquiale
  • risorse: disponibilità di svariate risorse immediate (es. ricerca di sinonimi, frasi idiomatiche, ecc.), tra cui, in alcuni, anche l’audio della pronuncia.
    Uno dei miei professori diceva “se sai come si scrive una parola in inglese, ma non sai pronunciarla… è come se tu non conoscessi la parola”. Di certo nella comunicazione orale, la pronuncia è fondamentale.

Scrivici i tuoi commenti!

Se vuoi contattarci puoi farlo scrivendo a marketing@actionlineitaly.com, oppure su Skype: action_line

o ancora puoi chiamarci ai numeri 0543 23916 (Forlì) – 0544 202061 (Ravenna).

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *