Business English course a Portsmouth per il Gruppo Trevi

Marco Brinati, General Manager di Parcheggi S.p.a. del Gruppo Trevi, è da poco rientrato in Italia dopo una full immersion di due settimane a Portsmouth. Lì ha seguito un corso di inglese presso la Language Specialists International con cui abbiamo stretto una partnership da diversi anni.

Roberto SiboniRoberto Siboni, manager della Foundations Technology Academy e promotore della formazione per i dipendenti del gruppo, parlando di Marco Brinati, dice che “prima di partire, era un po’ scettico e preoccupato, ma dopo un impatto difficile è stata una bella esperienza”.

Abbiamo quindi parlato con il diretto interessato e il giudizio complessivo sull’esperienza è ottimo sotto vari aspetti. È rimasto soddisfatto di docenti, scuola, metodo, organizzazione, sistemazione in famiglia, attività extra scolastiche. In una parola… tutto!

Innanzitutto l’accoglienza: all’arrivo Marco ha fatto un esame scritto e un esame orale per definire il livello di partenza e discutere con il responsabile didattico i contenuti specifici del corso e le aspettative. Per qualsiasi corso è fondamentale capire il punto di partenza e l’obiettivo. Inoltre ci sono verifiche in itinere: settimanalmente, l’ufficio preposto intervista gli studenti per sondare il loro grado di soddisfazione ed apportare eventuali modifiche.

I docenti hanno una marcia in più. Sono davvero molto professionali, coinvolgenti, preparati e disponibili“: si sa, la differenza la fa l’insegnante e quelli della LSI sono il top. Il fatto che non parlino italiano non è stata in alcun modo una limitazione o un ostacolo.

La scuola è frequentata da moltissime persone, di tutte le nazionalità, anche extra-europee: questo crea quindi un ambiente internazionale e altamente stimolante, non solo da un punto di vista meramente linguistico (tutti gli scambi sono ovviamente in inglese), ma anche da un punto di vista di crescita personale perché si viene a contatto con culture diverse. Pensate che nella scuola, nella sezione Executive, c’era solo un altro italiano e ce n’erano altri due – che Marco non ha incontrato – nella sezione General English.

Breakfast in GE host familyLa sistemazione in famiglia Executive è stata perfetta: “la famiglia che mi ha ospitato è abituata ad accogliere persone straniere e ha saputo essere molto coinvolgente”. Nel week-end, Marco è anche andato a vedere una partita di football in loro compagnia. Anche il fatto che ci fosse un altro ospite di nazionalità giapponese nella stessa casa ha aumentato le possibilità di conversare in inglese, ad esempio durante il tragitto a piedi casa-scuola.

Sì, a piedi! Perché uno dei vantaggi di fare un corso a Portsmouth è di ritrovarsi in una cittadina a misura d’uomo, dove puoi muoverti a piedi e dove la gente al pub si avvicina per farti un saluto. È così che ci si trova a socializzare anche con persone del posto che volentieri scambiano due chiacchiere con un boccale di birra in mano.

La sede della scuola
La sede della scuola

Certo…c’è anche il rovescio della medaglia. Quando ho chiesto a Marco quale fosse il lato negativo del suo soggiorno a Portsmouth, dietro mia insistenza, ha detto che ci sono pochi negozi aperti quando si esce da scuola nel tardo pomeriggio. Ma ha subito aggiunto che è la situazione perfetta per studiare e concentrarsi sui propri obiettivi.

Le attività extra organizzate dalla scuola erano tutte presenziate da un docente dedicato che li ha accompagnati al tour della città, al pub e al ristorante. “Dave, il responsabile, è una persona speciale che sa coinvolgere tutti, anche quelli più introversi!” ci dice Marco.

Quando gli ho chiesto se cambierebbe qualcosa di questa sua esperienza, ha risposto che è stato tutto perfetto…vorrebbe solo che fosse durata di più! Molti degli studenti asiatici che frequentano la LSI, ad esempio, fanno lunghi soggiorni di diversi mesi e quindi possono scegliere un percorso meno intensivo. La mattina seguono le lezioni e il pomeriggio sfruttano le tante risorse messe a disposizione per l’auto-apprendimento.

Adesso Marco, rientrato subito al lavoro, potrà mettere in pratica quanto imparato grazie al Business English course a Portsmouth. E terrà viva la lingua sfruttando le risorse messe a disposizione dalla Foundations Technology Academy. Qualch esempio? Film, libri in lingua originale e corsi on-line.

Se anche tu stai pensando di fare un Business English course all’estero, contattaci e ti daremo tutte le informazioni necessarie! Puoi chiamarci al n° 0543 23916 oppure scrivere a formazione@actionlineitaly.com

Ti ricordiamo tuttavia che organizziamo corsi anche presso la sede del cliente e la nostra sede di Forlì.

Se il tempo è tiranno, ti consigliamo i nostro Business English course on line con Skype: chiedici un’offerta personalizzata. Imparare inglese non è mai stato così semplice!

2 thoughts on “Corso di inglese all’estero: l’esperienza di un nostro cliente

  • 11 dicembre 2014 alle 10:34
    Permalink

    What a really lovely article, thank you for all your positive comments about our school!
    Best wishes
    Sue H

    Rispondi
    • 11 dicembre 2014 alle 15:39
      Permalink

      Thanks to you and your colleagues! Our clients have always been fully satisfied. It is a pleasure for us to work with you.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *