Scopri i tipi di interpretariato possibili per trovare quello più adatto alle tue esigenze

Si fa presto a dire interprete, ma cosa c’è dietro questa professione tanto bistrattata?

Stefania Ganzini, responsabile settore interpretariato
Stefania Ganzini, responsabile settore interpretariato

Quando un cliente chiama e ci dice “ho bisogno di un interprete”, la telefonata viene subito passata a Stefania Ganzini, la nostra socia che si occupa del delicato settore dell’interpretariato e dell’organizzazione eventi. Sì, perché dietro ad un semplice “ho bisogno di un interprete”, si cela un mondo di esigenze che vanno sviscerate bene per proporre la soluzione migliore per il cliente.

Innanzitutto l’interprete professionista ha seguito uno specifico percorso di studi e ha una laurea in interpretazione. Come si legge nella pagina del sito di Assointerpreti: “Having two languages does not make you a translator or intepreter any more than having two hands makes you a pianist“.

Ci sono diversi tipi di interpretariato che si adattano a situazioni diverse. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche:

  1. Simultanea: è la classica soluzione offerta per i convegni che non consentono tempi prolungati, in cui due interpreti in una apposita cabina insonorizzata dotata di impianto congressuale traducono l’intervento del relatore in tempo reale.
  2. Consecutiva: è l’alternativa alla simultanea per i convegni che prevedono ampia disponibilità di tempo per gli interventi dei relatori e la relativa traduzione. Durante l’esposizione del relatore, infatti, l’interprete prende appunti e traduce per brani o riassumendo solo alla fine dell’intervento dell’oratore. Un altro esempio similare in ambito aziendale sono le visite o i tour aziendali con ospiti stranieri.
  3. Chuchotage: si tratta di una traduzione simultanea sussurrata all’orecchio dell’ascoltatore senza l’ausilio di impianto congressuale. Prevista per un massimo di tre persone.
  4. Trattativa: è la soluzione tradizionale per gli incontri di affari con partner stranieri in cui l’interprete traduce interventi, domande e risposte non appena questi vengono formulati da e verso la lingua di lavoro.
I nostri interpreti al lavoro
I nostri interpreti al lavoro

A queste che sono le cosiddette tipologie standard, si aggiungono altre “declinazioni” che sono nate principalmente come risposta alle mutevoli richieste dei nostri clienti.

È così che si può aver bisogno di un interprete per visite di gruppo: utilizzando il sistema bidoule composto da microfono per l’interprete e radio-cuffie per gli uditori, è possibile offrire un servizio di traduzione simultanea ideale per le visite aziendali.

Per i vostri viaggi all’estero, un interprete può seguirvi 24 ore su 24 per gestire al meglio la vostra visita o una trattativa commerciale, con la certezza di avere accanto un professionista al servizio del vostro successo.

Nell’ottica di adeguare anche i servizi di interpretariato ai tempi, offriamo un servizio di interpretariato via Skype per trattative a distanza con partner stranieri. Tale servizio consente non solo di scegliere il luogo e l’orario di incontro virtuale più comodi, ma anche di ottenere un notevole risparmio di tempi e costi di trasferta.

Per consentire al cliente di massimizzare i risultati della sua partecipazione a fiere di settore, offriamo servizi di interpretariato per fiere avvalendoci di hostess qualificate.

Infine, per offrire un servizio completo, chiavi in mano, grazie a collaborazioni consolidate con partner specializzati, siamo in grado di fornire anche gli impianti per l’interpretazione simultanea, offrendo tutta l’assistenza tecnica necessaria.

Quali sono le lingue di lavoro ad oggi attive?

Inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, portoghese, cinese, giapponese, coreano, arabo, rumeno, slovacco, polacco, ungherese, danese, svedese, norvegese.

Leggi alcuni dei nostri articoli legati a servizi di interpretariato particolarmente interessanti come quello per il Museo Enzo Ferrari di Modena del 27 novembre 2014, quello del 14 ottobre 2014 sull’interpretariato nella lingua dei segni, quello del 22 maggio 2014 sulla programmazione europea della scuole salesiane a Firenze o quello per il convegno REM organizzato dall’OMC a Ravenna del 21 marzo 2014.

Per informazioni contattaci al n° 0543 23916 o scrivi su info@actionlineitaly.com

Insieme sceglieremo il servizio più adatto alle tue esigenze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *