La parola al nostro traduttore di cinese

Cosa significa essere un “buon” traduttore di cinese?

Significa mediare tra due culture: se gli italiani tendono a condire il discorso con aneddoti e incisi personali, la parte cinese preferisce un approccio più sequenziale e “ordinato” a un certo tema.

Ecco che l’interprete non solo traduce. Fa molto di più.

Quali sono le caratteristiche che differenziano il ruolo dell’interprete di cinese da quello nelle lingue occidentali? Scoprilo leggendo il racconto di uno dei nostri collaboratori, Massimo C.

Case history: interpretariato in lingua cinese

A febbraio scorso abbiamo inviato un nostro traduttore di cinese presso un cliente.

La ditta romagnola riceveva una delegazione di ospiti cinesi. In programma la presentazione aziendale e la dimostrazione pratica di alcuni prodotti.

Prima dell’incontro, abbiamo trasmesso al nostro traduttore di cinese il materiale ricevuto dalla ditta (schede tecniche e company profile) così che potesse studiare la terminologia specifica.

Ma ciò non è sufficiente. Ci sono anche importanti implicazioni culturali da considerare.

traduttore italiano francese per colloquioOltre a un’adeguata preparazione linguistica, un traduttore di cinese deve anche avere buone capacità di mediazione. Deve sapere mettere a proprio agio i suoi ospiti. Farli sentire in buone mani.

Massimo C., traduttore di cinese professionista, ci illustra le peculiarità dell’interpretariato in lingua cinese.

“L’interpretariato in cinese si distingue da quello in altre lingue.

Non si limita a una resa terminologica in un altro idioma.

Il traduttore di cinese professionista ha un modo di esprimersi e di trattare i problemi radicalmente diverso da quello di chi traduce nelle lingue occidentali.

Le difficoltà sono soprattutto culturali. Allo stesso tempo è proprio questo aspetto a essere il più interessante.

Gli italiani, per esempio, tendono ad arricchire un discorso con molti aneddoti e incisi personali. Escono più volte da un certo argomento per poi rientrarci. In questo modo mettono in difficoltà la parte cinese che invece preferisce un approccio più sequenziale.

Riuscire a mediare in queste circostanze è la chiave di volta in ogni servizio di interpretariato che coinvolga ospiti dalla Cina.”

Ecco una ragione in più, quindi per affidarsi a dei professionisti.

In conclusione…

Un bravo traduttore di cinese garantisce un’ottima competenza linguistica e mette a disposizione la sua esperienza e la conoscenza della cultura cinese.

Sa quali sono le implicazioni che derivano dalle profonde differenze culturali tra i nostri due paesi. E sa gestirle al meglio affinché tutto fili liscio dal primo all’ultimo minuto.

Per una trattativa commerciale, una conferenza, una presentazione aziendale con ospiti cinesi, non rischiare. Contattaci!

Possiamo organizzare un briefing con il nostro traduttore prima dell’evento. Soprattutto se sono i primi contatti con i cinesi, il nostro collaboratore può darti delle indicazioni utili ad evitare spiacevoli gaffes.

Verifichiamo per te le referenze dei nostri traduttori di cinese, tutti professionisti che parlano molto bene sia cinese sia italiano.

Ti ricordiamo i nostri recapiti:

Rimandiamo al sito della Camera di Commercio Italiana in Cina per interessanti informazioni sul mercato cinese.

Può interessarti questo nostro articolo di qualche tempo fa:

Cerchi un traduttore italiano cinese?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *