Traduttrice per passione prima che per professione. Mi diverte pensare di avere la traduzione nel sangue portando nell’albero genealogico un bisnonno traduttore ai tempi della Prima Guerra Mondiale.

Per me ogni testo rappresenta una sfida stimolante e creativa, al di là di chi immagina che quello del traduttore sia un lavoro grigio e quasi meccanico.

All’interno di Action line mi occupo principalmente di progetti di traduzione assistita, ma poiché mi piacciono le situazioni dinamiche, gestisco anche il settore dell’interpretariato, mettendo a frutto gli skill organizzativi acquisiti durante un master in organizzazione eventi presso l’Università di Urbino.

 

Per contattarmi: tel. 0543 23916 – progetti@actionlineitaly.com