Perché è bene partire dal vocabolario

Conoscere il vocabolario di base è imprescindibile.

Un mio professore all’università mi disse:

Puoi conoscere perfettamente il periodo ipotetico di 1°, 2° e 3° grado, ma se sei celiaco devi conoscere prima di tutto la parola “glutine” nella lingua del paese che stai visitando.

Se sul momento la cosa mi aveva lasciata perplessa, devo dire che aveva ragione!

Ma facciamo un passo indietro.

Quando un cliente mi dice “devo migliorare l’inglese”, la domanda d’obbligo è: c’è un aspetto su cui vuoi concentrarti?

Sì, perché un conto è imparare una lingua. Un conto è migliorarla.

Se tu vuoi migliorare una lingua, significa che hai già una base di conoscenza e quindi, prima di scegliere gli strumenti giusti, capiamo su quale aspetto vuoi concentrarti.

In questo articolo parliamo di vocabolario.

Nei successivi potrai leggere i nostri consigli su:

Ad ogni problema, la giusta soluzione!

Procediamo con ordine.

Se stai leggendo, è perché ti interessa ampliare il vocabolario.

Innanzitutto è questione di memoria.

Se hai 20 anni sei avvantaggiato rispetto a quelli della mia generazione. Ma nulla è impossibile!

dizionari di francese vocabolario
dizionari di francese

Per ampliare il vocabolario, puoi preferire la lettura (se sei un tipo visivo) o l’ascolto (se sei un tipo uditivo).

A me le parole rimangono più impresse se le vedo scritte, quindi io ho sempre ampliato il vocabolario leggendo. Cosa? Va bene tutto, purché sia di tuo interesse.

Partiamo da alcune domande:

  1. usi la lingua per lavoro?
  2. vuoi imparare più parole a livello di uso quotidiano?
  3. cerchi un linguaggio settoriale?

A seconda dei tuoi interessi, trova materiale utile.

Per i punti segnalati sopra ti consiglio:

  1.  ti consiglio la sezione English at work della BBC LEarning English
  2. prova 6 minute Vocabulary basic oppure 6 minute Vocabulary pre-intermediate sempre della BBC Learning English
  3. probabilmente conosci meglio di me un sito di riferimento del tuo settore per la terminologia specifica. Che sia oil&gas, medicina, materie plastiche. Inizia dal sito internet del tuo competitor inglese, tedesco o della lingua che ti interessa. E scopri la terminologia che usano loro.

Cosa è utile fare

Raggruppare le parole per famiglie.

Esempio: hai imparato il verbo inglese “to employ”. Sarà più facile e intuitivo ricordare i derivati: employer, employee, unemployment.

Cosa sconsiglio

Una cosa che mi sento di sconsigliare è il “vecchio e classico” elenco di parole. Ricordo una volta di aver comprato una rubrica dove segnavo le parole nuove mano a mano che le incontravo.

Imparare delle parole partendo da un elenco è difficile e poco intuitivo.

Per approfondimenti sulle tecniche di memorizzazione, rimando a questo articolo degli Audaci della Memoria.

 

Ti può interessare l’articolo su Pinterest per studiare il lessico tramite le immagini:

Imparare le lingue con Pinterest

 

Ti può interessare leggere un nostro vecchio articolo (del 2015) per altri spunti per l’inglese e per lo spagnolo.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter:

 

Leggi l’articolo successivo su come migliorare la scrittura:

Strumenti per le lingue per migliorare la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *