Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
LinkedIn

Gioco da ragazzi o compito insidioso?

Tradurre menù da soli, l’abbiamo già detto, è possibile. Anche se non si ha una laurea in traduzione.

L’anno scorso, abbiamo creato appositamente un glossario gratuito in tedesco e un glossario gratuito in inglese per aiutarvi a tradurre in autonomia i menù. Potete usare questi glossari se avete una discreta conoscenza delle due lingue straniere e se i vostri menù sono semplici e lineari.

 gratuitamente il nostro glossario italiano-tedesco

gratuitamente il nostro glossario italiano-inglese

Continuiamo però ad avere tante richieste per le traduzioni dei menù: perché?

Dal Piemonte alla Sicilia, passando dal Lazio e dalla Puglia, oltre che dall’Emilia-Romagna. Riceviamo quotidianamente richieste per tradurre menù.

Spesso solo in inglese, ma anche in tedesco, francese e russo.

Perché tante richieste?

  • tradurre menù può sembrare un “gioco da ragazzi”, ma non lo è. È perlopiù un compito faticoso e costellato di insidie. Ne è la prova che ci sono traduttori che declinano le richieste di traduzioni di menù.
  • la traduzione sarà altamente visibile: i clienti la leggeranno e sarà il primo aspetto su cui sarete valutati. Il menù, insieme all’accoglienza, sarà il biglietto da visita del locale.
  • Perché un menù tradotto male può essere molto fastidioso per un cliente straniero.

Mandaci senza impegno il tuo menù da tradurre e ti invieremo un preventivo con tempi e costi. Qui i nostri  

Tradurre menù: alcuni esempi concreti

Spaghetto quadrato con vongole, giri e crema di sedano e rapa

Cosa sono i giri? Il traduttore automatico di Google può facilmente trarre in inganno, proponendo come traduzione “turns”. Si tratta evidentemente di una traduzione letterale errata.

Noi abbiamo chiesto al cliente, il quale ha risposto così: “i giri sono un tipo di bietola utilizzata in piatti siciliani (guarda qui).

Perciò abbiamo tradotto la parola “giri” con l’inglese chard.

Filetto di baccalà in crosta di pane di Monreale su vellutata sfincionata e granella di pistacchio.

Cosa significa sfincionata?

Abbiamo chiesto al cliente e abbiamo saputo che è una preparazione con ingredienti tipici dello sfincione (pomodoro, cipolla bianca, acciughe, caciocavallo, origano).

Lo sfincione, piatto tipico della gastronomia palermitana, è una sorta di pizza spessa condita con gli ingredienti di cui sopra (guarda qui).

Abbiamo deciso quindi di NON tradurre il termine “sfincionata”, ma di fornire una breve traduzione parafrasata per spiegare al cliente straniero quali sono gli ingredienti principali del piatto.

La nostra selezione di crudi

Si tratta di carne o pesce?

È importante per il traduttore saperlo così da tradurre correttamente il piatto. Se il traduttore non avesse chiaro il significato della parola “crudi” la traduzione finale rischierebbe di essere imprecisa o fuorviante.

Ecco perché in molti casi è fondamentale rivolgersi a dei professionisti.

Infine, leggi perché ad un ristorante serve un (buon) menù in inglese.

Guarda inoltre quali strafalcioni ed errori grossolani possono nascondersi dietro alla traduzione di un menù.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter:

 

Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *