Ecco cosa succede quando a tradurre non è un traduttore professionale

Purtroppo non sempre le traduzioni che vediamo sono frutto del lavoro di un traduttore professionale.

“Attendi il tuo turno di lavoro tenendo un controllo all’asse luminoso. Lateralmente il tuo codice apparirà il numero di fronte all’ufficio che tu richiedi”.

Suona così all’orecchio di uno straniero il cartello rivolto agli utenti di un servizio pubblico che è stato tradotto in modo del tutto incomprensibile.

Un esempio eclatante di cattiva traduzione.

Traduzione…da urlo!

La conclusione è quasi scontata. Questo cartello NON è stato tradotto da un traduttore professionale.

Ecco la foto del cartello incriminato:

 

Anche ad un orecchio poco allenato la traduzione in inglese e francese suona alquanto “maccheronica”. È evidente che l’italiano è stato tradotto parola per parola, scegliendo dal dizionario la prima parola suggerita. Decisamente non da un traduttore professionale.

Chiediamoci cosa può capire un utente madrelingua di fronte questo avviso… poco! Quello che c’è scritto non ha molto senso per un parlante nativo.

La traduzione in inglese

fonetica ingleseAll’orecchio di un madrelingua inglese la traduzione letterale dell’avviso suona pressappoco così:

“Attendi il tuo turno di lavoro tenendo un controllo all’asse luminoso. Lateralmente il tuo codice apparirà il numero di fronte all’ufficio che tu richiedi”.

È praticamente impossibile per un inglese capire il significato del cartello.

La traduzione è priva di senso perché

  • Ha una sintassi scorretta (NO: sideways the code will appear the number) perché in inglese il soggetto precede sempre il verbo nelle frasi affermative (the number will appear)
  • È errata nella scelta dei termini. Non si tiene conto del fatto che in tutte le lingue ci sono parole che assumono diversi significati a seconda del contesto. La parola “turno” in italiano può significare “turno in fila” oppure “turno lavorativo”. La parola inglese “shift” non significa “turno” nel senso che qui è inteso (attendere il proprio turno in fila). Shift significa tutt’altro, ovvero “cambio di turno lavorativo”.

La traduzione in francese

Imparare il franceseAll’orecchio di un madrelingua francese la traduzione letterale dell’avviso suona pressappoco così:

“Attendere il suo proprio turno controlando il pannello luminoso. Affianco al vostro codice, potrete vedere il numero dell’ufficio oppure dovete presentarvi.”

Forse la versione francese è meno brutta di quella inglese perché la nostra lingua è vicina a quella dei cugini d’oltralpe. Ma sta di fatto che rimane comunque un pessimo esempio di traduzione.

La traduzione presenta diversi errori:

  • di ortografia: in francese esistono gli accenti. Controllare si scrive contrôler. Scriverlo senza è sbagliato come se in italiano scrivessi “controlando” con una sola l. Le parole “dove” e “oppure” in francese si distinguono per un semplice accento. “ou” significa oppure, “où” significa dove.
  • di grammatica: l’imperativo in francese non viene espresso con l’infinito. “Attendere il proprio turno” dovrebbe suonare così “Attendez votre tour”

 

Traduttore professionale vs. traduttore fai-da-te

Nel caso che ti abbiamo mostrato è piuttosto evidente che il testo non è stato tradotto da un traduttore professionale. È molto probabile che chi si è improvvisato a fare questa traduzione abbia cercato le parole nel dizionario e poi abbia composto le frasi traducendo parola per parola, grazie a un po’ di inglese e francese scolastico.
Oppure può darsi che l’autore abbia utilizzato il traduttore automatico on-line, senza chiedersi poi se il messaggio tradotto risultasse comprensibile o meno per uno straniero.

Attenzione! I traduttori on-line possono essere utili per capire a grandi linee cosa c’è scritto in un documento. Difficilmente, però, potranno essere d’aiuto per tradurre frasi articolate e periodi complessi.

Questo è ancora più vero nel caso di due lingue come l’italiano e l’inglese, che hanno sintassi molto diverse. La traduzione parola per parola non è quasi mai possibile perché le frasi si costruiscono in modo totalmente diverso in italiano e in inglese.

Ricorda che revisionare e sistemare una cattiva traduzione, magari eseguita con il traduttore automatico, è normalmente più faticoso, e anche costoso, che tradurre lo stesso testo a partire da zero.
Quindi, risparmiare oggi può significare pagare di più domani.
E non solo in termini economici, ma anche e soprattutto di immagine, come nel caso specifico che ti abbiamo appena mostrato!

Meglio affidarsi subito a chi di mestiere fa questo lavoro, cioè il traduttore professionale.

Per preventivi senza impegno, manda il tuo documento a info@actionlineitaly.com. Sarà nostra cura inviarti subito un’offerta dettagliata.

In alternativa, contattaci ai nostri numeri: 0543 23916 (Forlì) – 0544 202061 (Ravenna).

Leggi anche questo articolo interessante su una cattiva traduzione:

Lo scivolone di un traduttore italiano-tedesco

Oppure:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *