Archivi annuali: 2015

Buon Natale!

Un augurio speciale a chi ha reso questo anno speciale

atmosfera nataliziaNell’aria si respira già l’atmosfera di Natale e noi non vediamo l’ora di goderci le meritate ferie in compagnia di famiglia e amici.

Che anno! Possiamo dire di aver trascorso uno degli anni più belli dal punto di vista dei traguardi raggiunti e delle soddisfazioni professionali. Merito soprattutto dei nostri clienti! Quelli storici che hanno rinnovato la loro fiducia in noi e e quelli nuovi (tanti!) che hanno scelto i nostri servizi per la serietà e la qualità che garantiamo.

Merito anche dei nostri preziosi collaboratori: traduttori, interpreti e insegnanti che sono il fiore all’occhiello della nostra attività. A tutti loro va il nostro grazie per la professionalità che ci hanno dimostrato.
Non possiamo ringraziarli uno ad uno perché sono circa 150 persone, ma ci teniamo a farlo pubblicamente nel nostro blog.
Negli anni abbiamo costruito una ottima rete di rapporti e di collaborazione che ci consente di gestire agevolmente richieste di traduzioni, interpretariato e corsi di lingua e grazie alla flessibilità dei nostri collaboratori, riusciamo a soddisfare le richieste di un mercato sempre più esigente e sempre più veloce.

Quest’anno Action line ha registrato un trend molto positivo. Non ci siamo mai fermate! Anche nel periodo estivo, solitamente caratterizzato da un calo fisiologico delle richieste, abbiamo svolto incarichi importanti nel campo della traduzione e dell’interpretariato.

E last but not least, abbiamo messo a punto il nostro nuovo Sistema Gestionale, grazie al quale possiamo evadere le richieste dei clienti in modo ancora più rapido ed efficace, sistematizzando e tenendo sotto controllo tutto il processo gestionale e amministrativo.

Dunque un anno speciale, al termine del quale desideriamo ringraziare i nostri clienti e fornitori, augurando a tutti un sincero “Buon Natale”.Natale 2015

Vi ricordiamo che faremo chiusura totale dal 24 dicembre al 3 gennaio, mentre nelle giornate del 23 dicembre e del 4 e 5 gennaio, osserveremo orario ridotto 9.00 – 13.00

Nota: garantiamo comunque le consegne delle traduzioni precedentemente concordate con il cliente anche se ricadono nei nostri giorni di chiusura.

Interpretariato per conference call e incontri d’affari

Quando è consigliabile chiamare un interprete

Interpretariato di conferenzaRichiedere un interprete non è mai una scelta casuale

Cosa fa un interprete di conferenza?

Qual è la differenza principale tra interprete e traduttore?

Queste e altre sono le domande che più di frequente ci vengono fatte dai nostri clienti. In questo articolo cercherò di rispondere e di fornire qualche chiarimento. Lo farò partendo da alcune esperienze concrete che abbiamo condiviso ultimamente con i nostri interpreti.

conference callLo scorso novembre un cliente ci ha contattato perché doveva tenere una video conferenza con alcuni partner europei. Si trattava di un argomento piuttosto delicato, uno di quei casi in cui è fondamentale capire tutto correttamente e, pertanto, è altamente consigliato richiedere l’assistenza di un interprete di conferenza. Cosa fa in casi come questo un interprete di conferenza? L’interprete ascolta in modo attivo quello che l’oratore dice nella sua lingua, è in grado di comprendere il messaggio nella sua interezza e di riferirlo correttamente all’interlocutore, il quale può quindi concentrarsi sui concetti che gli stanno più a cuore senza il rischio che qualche informazione vada persa o che i contenuti siano travisati. Inoltre l’interprete ascolta il messaggio del cliente italiano e lo trasferisce correttamente al partner straniero, in modo chiaro e appropriato. Così anche le trattative più delicate possono più facilmente andare a buon fine.

Sarah K., la nostra interprete, ha aggiunto: “Poiché durante una video conferenza gli interlocutori non si trovano faccia a faccia, comunicare è ancora più difficile perchè è anche necessario superare lo stress dato dalla distanza, quindi la mia presenza è stata ancora più necessaria e fondamentale. Ho fatto un briefing iniziale con il cliente, in modo da avere chiara la situazione e l’argomento trattato e questo mi ha aiutato molto.

incontri d'affariVeniamo ora all’interpretariato in occasione di un incontro d’affari. Anche qui siamo di fronte a una situazione piuttosto delicata. Facciamo un esempio concreto. Il 2 e 3 dicembre una missione russa si è recata in visita nella regione Marche, più precisamente a Civitanova, nell’ambito del progetto “Lusso”. Si è trattato di una due-giorni fitta di incontri d’affari tra numerose aziende marchigiane nei settori delle calzature, abiti da sposa, gioielli, accessori moda, artigianato artistico, e potenziali clienti e partner commerciali russi. Su richiesta della Regione Marche abbiamo inviato ben 13 interpreti per un servizio di interpretariato italiano-russo durante gli incontri bilaterali e in occasione delle visite aziendali.

Come ci conferma una delle interpreti, Silvia T., la presenza discreta di un interprete è fondamentale per garantire che la comunicazione non si inceppi, o che la trattativa parta con il piede giusto. A differenza dei traduttori che lavorano con la parola scritta e hanno pochi contatti con l’autore e con i propri lettori, gli interpreti vivono situazioni reali in cui si trovano a diretto contatto con il proprio “pubblico”, quindi sanno gestire le situazioni di comunicazione più difficili perché sono abituati a cogliere velocemente il messaggio che chi parla intende comunicare e, altrettanto rapidamente, sanno trovare la formulazione più adatta per trasmetterlo all’interlocutore straniero, anche – cosa da non sottovalutare – tenendo conto delle differenze culturali tra le persone presenti.

Infine, un breve cenno sulla “traduzione a vista”. Di cosa si tratta? Se, ad esempio, siete in possesso di numerosi documenti in lingua straniera ma non sapete esattamente se e quali di questi sia importante/necessario tradurre, potete chiederci di mandare un nostro interprete in azienda per fare tradurre a vista, cioè oralmente, alcuni stralci di questi documenti. Così avrete un’idea chiara e precisa del contenuto e potrete decidere meglio come procedere.

Nella speranza che questo articolo abbia fornito informazioni utili sui nostri servizi di interpretariato, vi invito a contattarci per ulteriori chiarimenti e richieste al numero 0543/23916 o per e-mail all’indirizzo info@actionlineitaly.com.

Mostra e idea regalo

Small scale, big change. Arte in Pediatria?

Oggi abbiamo scelto di dare risalto ad una bella iniziativa per i bambini, per la quale ho scritto l’articolo in collaborazione con Flavio Milandri

Puer eternus, opere in viaggio. Un progetto da pediatria sgretola i muri della casa di cura per invadere la città, la regione, volando verso l’Europa andata e ritorno. L’invasione del mondo bambino propone visioni smart utili a progettare il futuro. Matite (s)popolano (in) Pediatria accompagnerà per tutte le prossime festività i bambini, le famiglie, gli operatori e tutti i visitatori del Reparto di pediatria dell’Ausl Romagna. Un omaggio operativo, di tutti e per tutti, che il gruppo di lavoro, tra cui anche Action Line, porta alla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Fanciullo che durerà un anno, proponendo da Pediatria a Forlì speranzose finestre sul mondo con la complicità di illustratori, artisti e fotografi d’eccezione.

Rappresentare nella sfera pubblica il mondo infantile attraverso “reti di speranza” è un percorso sperimentale e già replicabile. L’impegno inizia, come detto, con Matite (s)popolano (in) Pediatria: quattro mostre, in apertura un collettivo di artisti portoghesi, sulla favola contemporanea con cui provocare la ricerca scientifica e sociale, artistica e letteraria fino a marzo 2016. Interagire e rappresentare per capire con un progetto che mette in dialogo la comunità operosa e i luoghi di cura e dalla regione Emilia-Romagna cerca la relazione con l’Europa. Fa(r)Volare 2015/16 – Un educatore deve mostrarti l’orizzonte che non hai mai visto. Con i piedi piantati nella medicina sociale e nella sanità pubblica, pare intrigante guardare la salute del bambino nell’interazione micro-macro che include la produzione di sapere medico-scientifico, relazionale, narrativo, artistico. Ambiente e contesto socio-medicale e comunità: quale relazione con l’universo piccolo? Il progetto de quo (dal 20 novembre 2015), con il patrocinio di Ausl Romagna e Liceo Classico G. B. Morgagni, è promosso dall’Associazione Fantariciclando in collaborazione con il Reparto di Pediatria dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì, Homeless Book, Pato Lògico, Action Line, PuntoDonna, Tank e altri. Il coinvolgimento emotivo in un progetto di crescita con una narrazione che ha il compito di spingere l’immaginazione è assicurato da una amalgama di temi che trovano sostegno anche nella Carta tra cultura, favola, gioco, partecipazione, ascolto attivo, cura. Fa(r)Volare è l’implementazione di Star(e) da favola del biennio precedente. Per queste vacanze si potrà forse pensare di utilizzare il meraviglioso testo (anche formato e-book) Bip CalamitaBip Calamita e altre star da favola (Homeless Book, 2014), con abstract del prof. Patrick Leech, reperibile a richiesta in formato stampa presso Action Line con un piccolo contributo per una strenna natalizia.

L’obiettivo di questa idea progettuale è quello di gettare in chiave metaforica ed esperienziale le basi di una cultura materiale europea dove la metafora è protagonista dell’analisi del contemporaneo per affrontare le principali questioni del fanciullo all’interno della comunità dissolta ed evoluta. Questo conduce al secondo focus progettuale definito dall’allestimento di finestre iconografiche in Pediatria: la fantasia è un modo altro di guardare la realtà, un intreccio per dare contenuti attuali e inclusivi alla Giornata mondiale del fanciullo – #dirittinfanziatuttiigiorni come pochi giorni ha proposto l’Autorità garante per l’Infanzia e l’adolescenza. Il programma si presenta con i seguenti pilastri: dieci favole (che affrontano in metafora i bisogni dei bambini), dieci tavole artistiche e una mostra itinerante con la complicità di autori europei tra cui italiani, portoghesi, sammarinesi. Un percorso di provocazione della ricerca medica e sociale, anche con rappresentazioni poetiche, e un e-book di favole che farà sintesi di un anno di andate e ritorni tra stimoli e ricerche. Si cercherà per questa via di dare impulso a un progetto europeo sulla favola contemporanea per disegnare il futuro e rappresentare come l’esperienza educativa, nelle storie, nell’infanzia, sia insostituibile tanto che, senza di essa, gli adulti non sarebbero in grado di apprendere nessun linguaggio sociale.

La questione non passerà inosservata mettendo a contatto gli immaginari e i relativi strumenti pediatrici ed educativi, psicologici e narrativi. Del resto i bambini amano giocare con delle tracce immaginifiche per mettere alla prova la realtà. Per loro è un modo rilevante di imparare a stare in maniera adattiva nel mondo. Per noi una prospettiva di “vita speranzosa” sta nello stupore e nella fantasia di cui il piccolo è l’interprete naturale.

Per approfondire oltre al sito fantariciclando.it si può contattare l’associazione all’indirizzo e-mail fantariciclando@libero.it.

Chi desidera visitare la mostra può accedere liberamente, in orario di apertura al pubblico, attraverso il Reparto di Pediatria, dell’Ausl Romagna, via Forlanini, 34, Forlì.

 0 Fa(r)Volare_Pediatria_Courtesy Claudia Presti_Tank_150dpi

Immagine, courtesy Claudia Presti, Tank – Sviluppo immagine. Da destra: prof.ssa Marie-Line Zucchiatti (UNIBO), dott.ssa Liliana Zambelli (Medico), prof.ssa Anabela Ferreira (UNIBO), Dott. Enrico Valletta (Primario Pediatria), Flavio Milandri (Presidente Fantariciclando), Stefania Ganzini (Vice presidente Action Line), Renata Franca Flamigni (Autrice per l’infanzia), Sabrina Ravaglia (Presidente PuntoDonna), Donatella Cocchi (Caposala Pediatria). Al centro invito a Matite (s)popolano (in) Pediatria e a fianco la scultura di Sauro Milandri “Cavolina di Monte Nebbioso” (La materia delle favole).

 Flavio Milandri. Sociologo e saggista. Collabora da anni con riviste e mensili nazionali e locali. Project manager delle nove edizioni di “Storia e Storie”, del Metamuseo girovago, curatore di “Matite popolano Pediatria”, è redattore di una decina di pubblicazioni su rapporti intergenerazionali ed interculturali, infanzia e adolescenza, sviluppo e ambiente. Opera come Presidente nell’Associazione Fantariciclando – Educazione, creatività, innovazione. E-mail: flaviomilandri@libero.it.

 

Corso di inglese per amici

“eravamo quattro amici al …corso”.

Gli amici di Gino Paoli erano al bar (se vi è venuto voglia di ascoltare la canzone, cliccate qui). Noi proponiamo un’alternativa.

Forlì innevata

Piazza Saffi – Forlì

Tra poco arriverà l’inverno. Come trascorrere le serate invernali? Alcuni andranno in palestra, al cinema, al corso di ballo o…al bar. Altri vorrebbero fare qualcosa comodamente seduti sul divano di casa propria. Però in compagnia e magari facendo qualcosa di utile.

Siete un gruppo di amiche che hanno in comune la passione per i viaggi? Perché non fare un corso di inglese o spagnolo a casa vostra? E la prossima meta potrebbe essere proprio Londra o Madrid oppure, più lontano, New York o Buenos Aires.

Vi trovate con gli amici a giocare a calcio o a tennis. Suggerite un’alternativa! Un corso a casa vostra nei giorni a voi più congeniali. E se qualcuno si ammala o va in trasferta per lavoro? No panic! Si concorda con la docente di sospendere il corso così non perdete nessuna lezione.

carteSiete un gruppo di irriducibili amanti delle carte: bridge, beccaccino, briscola? Avete un buon feeling e vi divertite a trascorrere del tempo insieme? Che ne dite di vedersi una volta alla settimana anche per imparare una lingua straniera? Nella sede del vostro club oppure a casa di uno dei partecipanti, potrete studiare l’inglese. Tenete la mente allenata e divertitevi a scoprire quante parole conoscete già!

Un mio studente una volta mi disse: “non ho mai studiato inglese! non so una parola!”. È stupefacente vedere poi quante parole inglesi in realtà sono nell’uso quotidiano. Dal sapone dove (proncunicato “dav”, colomba) al distributore shell (con il simbolo della conchiglia), e ancora party, smart, snack, spending review, e-mail, attachment, step, stalking. Per non parlare di tutta la terminologia di chi “surfa” su internet: skip intro, download, update, send, go back…

“Ma il mio amico si butta quando deve parlare inglese, mentre io mi blocco”: again… no panic! La docente è anche una “moderatrice” all’interno della classe quindi saprà dare a tutti il giusto spazio.

C’è chi ha bisogno di tempo per formulare una frase perché vuole fare una frase corretta e c’è chi è più impulsivo: entrambi avranno qualcosa da imparare dall’altro. Il primo capirà che you learn by making mistakes (sbagliando si impara) ed è giusto “provarci” anche commettendo errori. L’altro capirà che ci si può prendere un momento di tempo in più e provare ad utilizzare le parole o le costruzioni nuove che si sono appena apprese, per migliorarsi.

Corsi di inglese terza etàUna nota importante: non è mai troppo tardi per imparare una lingua. Organizziamo corsi di gruppo livello base specifici per la terza età, con taglio estremamente pratico così da consentire di utilizzare attivamente la lingua, sin dalla prima lezione. Fate un regalo originale ai vostri genitori o ai vostri nonni: chiedete informazioni sui nostri corsi. Vi stupirete di quanto si appassioneranno e di quanto impareranno. Studiare una lingua straniera è un ottimo esercizio per tenere allenata la mente, senza dimenticare che è un’occasione di socializzazione.

ALLORA COSA ASPETTATE?

Siete 2, 3, 4 persone con un interesse comune: l’inglese, il francese, lo spagnolo, il cinese, l’arabo. Contattateci! Abbiamo la docente adatta a voi: basterà decidere giorno, orario, sede e… ready, steady, go!!!

Dal lunedì al venerdì, rispondiamo al telefono dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 al n° 0543 23 916. In qualsiasi momento potrete inviarci una e-mail a formazione@actionlineitaly.com Lasciateci i vs. recapiti e vi richiameremo.

Career day: tirocinanti o liberi professionisti

Action line incontra giovani talenti

Venerdì scorso 20 novembre, si è svolto a Forlì, presso il Teaching Hub di via Corridoni 11, la giornata SLLIMIT & JOB, ovvero le agenzie di traduzione incontrano laureandi e neo-laureati. Visualizza la locandina dell’evento.

Beatrice BalducciHa partecipato per noi la nostra presidente Beatrice Balducci per portare la propria testimonianza di ex-studentessa della Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori dove si laureò nel 1999 e per incontrare i giovani talenti.

Tante le presenze, interessate ad avvicinarsi al mondo del lavoro e capirne i meccanismi.

Dopo un momento di presentazione della nostra agenzia e della nostra esperienza sul mercato degli ultimi 15 anni, la nostra presidente è rimasta un’ora a disposizione dei giovani laureati/laureandi per un breve colloquio individuale.

Le abbiamo chiesto perché ha deciso di rispondere all’invito della dott.ssa Elena Zaccheroni – organizzatrice dell’evento e responsabile dell’Ufficio Tirocini e Placement. “Siamo sempre alla ricerca di traduttori preparati che abbiano voglia di lavorare seriamente e con professionalità. Di certo i laureandi e laureati non hanno esperienza diretta sul campo, ma tutti abbiamo iniziato da qualche parte e di certo gli studenti hanno un’ottima preparazione. Quindi ben venga la pratica come tirocinanti o liberi professionisti con la nostra cooperativa!”

E quando le abbiamo chiesto di dirci cosa l’ha colpita di più dei colloqui individuali, ha risposto: “la sicurezza. Mi sono rivista neo-laureata e mi sono detta che io ero diversa da loro: sapevo di aver studiato tanto e di essermi preparata al meglio per affrontare il mondo del lavoro, ma lo facevo con meno aggressività. Da un lato è un bene essere così sicuri, dall’altro c’è il rischio che alcuni di loro debbano scontarsi con la dura realtà. Tradurre per lavoro è diverso dal tradurre per esercitarsi all’università.”

Beatrice vuole ricordare ai laureandi o laureati della scuola che è possibile inviare la propria candidatura a freelance@actionlineitaly.com, indicando i campi di specializzazione e le lingue di lavoro e li invita a leggere l’articolo Come scrivere un cv rivolto ad un’agenzia di traduzione per alcuni spunti interessanti.

In generale, chiunque voglia sottoporre il proprio profilo al ns. reparto Risorse Umane può farlo scrivendo all’indirizzo sopra riportato. Sarà data la precedenza a chi ha una formazione specifica per la traduzione e a chi utilizza programmi di traduzione assistita.

In particolare ecco alcune posizioni aperte:

  1. docenti madrelingua inglese / spagnolo / francese per le zone Forlì, Cesena e Ravenna
  2. traduttori madrelingua inglese con lingue di lavoro italiano / francese
  3. traduttori madrelingua italiani che utilizzano Trados Studio per progetti di traduzione dall’inglese

Se volete contattare Beatrice Balducci, potete scriverle un’e-mail a marketing@actionlineitaly.com

La traduzione automatica

Traduttori automatici vs traduttori in carne e ossa

Ci è capitato varie volte di revisionare un testo già tradotto dal cliente. Il nostro compito in questi casi è garantire che il testo finale sia corretto dal punto di vista grammaticale e lessicale e che corrisponda in ogni sua parte al testo originale in italiano. Direte voi “Beh, che c’è di strano?”. Nulla, in effetti è un servizio che svolgiamo. Ma se la scelta del cliente è dettata da un fattore puramente economico convinto che “revisionare costa meno che tradurre”, leggete il nostro articolo e forse vi ricrederete.

Una traduzione fatta da chi conosce la lingua straniera ma non ha competenza nella materia specifica del testo (pensiamo alla traduzione di un contratto o di un testo pubblicitario), richiede un intervento di revisione pesante. Ancor più quando i testi sono tradotti con il traduttore automatico.

machine vs humanAlcuni pensano che fare una traduzione automatica e poi sistemarla sia più veloce e meno costoso che far tradurre un testo da zero. Attenzione però: in molti casi non è così. Tutt’altro! Spesso, revisionare e sistemare la traduzione di una macchina può essere più faticoso e costoso che tradurre lo stesso testo da zero. Vediamo perché.

Un po’ di storia

L’idea di usare delle macchine per fare traduzioni è molto antica: già negli anni trenta vennero fatti i primi esperimenti utilizzando dei programmi informatici che si basavano su dizionari bilingue. La storia della traduzione automatica (TA, o nella versione anglosassone MT, machine translation) è fatta di alti e bassi, di grandi aspirazioni e di fortissime disillusioni, dolenti insuccessi e amare frustrazioni. Verso la fine degli anni ’60, a causa della mancanza di progressi compiuti, fu raggiunta la conclusione che la traduzione automatica era più costosa e meno accurata della traduzione umana e gran parte degli studi furono dirottati sulla traduzione assistita (CATComputer Assisted Translation), dove il lavoro del traduttore è in parte coadiuvato da strumenti informatici.

macchina vs traduttore in carne e ossaFacciamo un esperimento

Quasi tutti noi, prima o poi, abbiamo provato a usare il sistema di traduzione del famoso motore di ricerca Google (Google translate) che traduce tra coppie qualunque di ben 57 lingue diverse in pochi secondi.

Per dimostrare quanto possa essere difficoltoso correggere una traduzione automatica, ho pensato di fare un esperimento utilizzando anch’io il Traduttore di Google. Ho caricato un breve paragrafo in italiano estrapolato da un testo abbastanza semplice, di natura discorsiva e senza termini tecnici, ed ho lanciato il traduttore automatico. In un secondo tempo, ho revisionato e corretto la traduzione automatica (sotto, in grassetto sono evidenziati gli errori e poi le correzioni da me effettuate).

Lingua originale: italiano

  • “Razza autoctona della Romagna, la mora romagnola ha rischiato di scomparire. Con la diffusione degli allevamenti industriali è stata completamente abbandonata: perché cresce molto più lentamente dell’onnipresente Large White e, paradossalmente, per la maggiore percentuale di grasso che caratterizza la sua carne rispetto ad altre razze suine “magre”.

Traduzione automatica in lingua inglese eseguita da Google Translate 

  • “Native breed of Romagna, blackberry Romagna has almost disappeared. With the spread of factory farming has been completely abandoned, because it grows much more slowly omnipresent Large White and, paradoxically, for the greatest percentage of fat that characterizes his meat than other pig breeds “lean” “.

Salta all’occhio come la traduzione automatica sia non solo molto imprecisa, ma contenga dei veri e propri “strafalcioni” dovuti al fatto che in tutte le lingue ci sono termini che possono avere diversi significati a seconda del contesto in cui sono utilizzati (es. la parola “mora” in questo caso non ha nulla a che vedere con il frutto – blackberry!!). Inoltre, anche dal punto di vista sintattico avrete notato che il testo tradotto con la macchina è alquanto “sgangherato”.

Testo inglese revisionato e corretto confrontando il documento originale 

  • A native pig breed of Romagna, the ‘Mora Romagnola’ has almost disappeared. With the spread of industrial breeding it has been completely abandoned as it grows much more slowly than the omnipresent Large White and, paradoxically, for the greater percentage of fat that characterizes its meat as compared to other “lean” pig breeds.”

Ho tenuto conto del tempo impiegato per la revisione con confronto del testo in italiano e questo è il risultato: Tempo richiesto per la revisione – 10 minuti

Se il lavoro di revisione fosse pagato all’ora e si fosse trattato di un’intera pagina, cosa pensate sarebbe stato più costoso considerando che per revisionare un piccolo paragrafo di 5 righe abbiamo impiegato 10 minuti? In molti casi, il costo della revisione di un testo tradotto con il traduttore automatico sarebbe quasi doppio rispetto a quello di una traduzione da zero.

Considerazioni conclusive

man vs machine

La traduzione è un compito estremamente difficile che richiede una completa comprensione del testo e della situazione da comunicare. La struttura della frase e le regole grammaticali variano da una lingua all’altra, rendendo ancora più difficile questo compito. I traduttori “in carne e ossa” forniscono affidabilità e qualità e lavorano sodo per assicurarsi che il testo tradotto sia scorrevole e corretto, senza inventare o deviare dal documento originale. I traduttori automatici non garantiscono  questo, non sono in grado di operare delle distinzioni tra i vari significati di un termine né di descrivere correttamente una situazione identica a quella del testo di partenza. Essi eseguono una traduzione letterale che può produrre frasi prive di senso per un parlante nativo.

traduttori professionaliPer un traduttore, cercare di capire come dare un senso a questa lingua spezzata richiede tanto tempo e tanta concentrazione.

In conclusione, perché pagare di più quando si possono ottenere risultati migliori pagando meno?

Capite quindi che per redigere un preventivo per la revisione di un documento già tradotto è fondamentale prendere visione del testo per capire la qualità e valutare il tipo di revisione da fare.

Contattateci senza impegno per una quotazione. I vostri documenti saranno trattati con la massima riservatezza.

Telefono: 0543 23916 / e-mail: info@actionlineitaly.com

 

Traduzioni, interpreti, corsi di lingua: rispondiamo alle vostre domande

Chiariamo alcuni dubbi frequenti

Ho pensato utile raccogliere un elenco di domande frequenti che i nostri clienti ci pongono. Potresti trovare anche tu la risposta al tuo dubbio. Se non è così, facci la domanda commentando questo articolo e ti risponderemo. Oppure chiamaci al n° 0543.23916

  1. lingueFate anche traduzioni in arabo? Sì! Abbiamo un ampio parco collaboratori, tutti traduttori professionisti, che lavorano con tantissime lingue, oltre a quelle considerate standard ovvero inglese, francese, tedesco e spagnolo. Abbiamo traduttori madrelingua di portoghese, olandese, danese, norvegese, svedese, islandese, russo, ucraino, rumeno, moldavo, ceco, slovacco, sloveno, serbo, croato, albanese, macedone, turco, arabo, cinese, tailandese, coreano, giapponese, ebraico, farsi. Se nell’elenco manca proprio la lingua che serve a voi… beh, provate a chiamarci: forse ho solo dimenticato di inserirla! tel. 0543.23916
  2. made in italyLavorate solo a Forlì? No, operiamo in tutta Italia. La nostra rete di interpreti è consolidata nel centro-nord Italia (referente: Stefania progetti@actionlineitaly.com). Per la formazione lavoriamo nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini e Bologna (formazione@actionlineitaly.com). Per il settore delle traduzioni, lavoriamo con imprese ed enti del territorio nazionale, seppure la concentrazione maggiore sia nella regione Emilia-Romagna (info@actionlineitaly.com oppure tel. 0543 23 916).
  3. Avete interpreti per la simultanea in cabina? OMC 2015 25 marzoSì, la nostra agenzia svolge servizi di traduzioni, interpretariato e corsi di lingua. I nostri interpreti professionisti lavorano in cabina per la simultanea in occasione di convegni o incontri internazionale (vedi foto: Convegno OMC 2015 a Ravenna), fanno consecutiva, chuchotage e trattativa.
  4. Siete presenti sul MEPA? , siamo iscritte al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, quindi potete trovarci e inviarci richieste di preventivo per i settori di ns. competenza.
  5. Come mai siete a Portico di Romagna? In realtà a Portico sono rimasti tanti bellissimi ricordi e la nostra sede legale, ma di fatto operiamo dalla sede di Forlì, in Via Dandolo 16/a (centro). Un giorno vi racconterò la storia legata a Portico. Comunque se non siete mai stati, vale la pena visitare questo incantevole paesino dell’Appennino Tosco-Romagnolo.
  6. corso di spagnoloSe vuoi andare a lavorare all’estero, possiamo aiutarti con un corso di lingua mirato che ti dia le basi nel caso tu sia principiante o che ti permetta di perfezionarti in un settore specifico se hai già una conoscenza elementare/intermedia. Quanto dura il corso? Dipende dal punto di partenza e dagli obiettivi, oltre che dalla predisposizione personale, dalla motivazione e dal tempo a disposizione. C’è chi è portato per le lingue e apprende facilmente e chi ha bisogno di assimilare lentamente. È per questo che facciamo un colloquio iniziale senza impegno per definire bene tutti gli elementi e proporre un corso su misura.
  7. Facciamo anche traduzioni giurate di documenti da inviare all’estero o di documenti in lingua straniera da usare in Italia. “I vostri traduttori sono accreditati presso il Tribunale?”: i nostri traduttori sono registrati nel database del Tribunale e gl Giudice di Pace. Per correttezza, segnaliamo che chiunque può registrarsi e giurare una traduzione, assumendosi la responsabilità di quello che sta giurando. Unica nota: ricordatevi che non potrete giurare la traduzione di un vostro documento (es. il vostro certificato di matrimonio, il vostro diploma di laurea ecc.)
  8. Potete andare all’archivio notarile a Forlì a ritirare un documento per conto di un’impresa che vi incarica? Sì, ritiriamo documenti in tutti gli uffici con sede a Forlì e li inviamo al cliente tramite corriere.
  9. traduzione filmSe hai scritto la sceneggiatura di un film e vuoi proporla ad un produttore americano, noi possiamo aiutarti. Abbiamo traduttori specializzati nella traduzione cinematografica. Tuttavia ti consigliamo di preparare una lettera di presentazione e introduzione al fim e di tradurre solo le prime scene o quelle che ritieni più rappresentative.

Vacanza-studio in Irlanda…per famiglie

In Irlanda con la tua famiglia per imparare l’inglese viaggiando

L’ultima frontiera per imparare l’inglese facendo una vacanza-studio con la propria famiglia. Perché rinunciare al corso di inglese? Oppure a trascorrere le ferie con la propria famiglia?

Con TRAVELLING LANGUAGES, nostro partner con base a Dublino, da oggi è possibile.Corsi di inglese all'estero

1. Caratteristiche

Un corso di 10 giorni studiato specificatamente per le famiglie: 5 giorni a Dublino e 5 giorni in giro per l’Irlanda.

Sono previsti 7 oppure 8 giorni di lezione in aula, soggiorno in hotel, la possibilità di praticare costantemente inglese con i Talk Jockeys e l’opportunità di esplorare il meglio che il paese ha da offrire.

La mattina insegnanti qualificati faranno lezione in aula mentre il pomeriggio e i fine settimana sono dedicati a viaggiare per scoprire i posti irlandesi più rinomati.

2. Cosa è inclusoInglese per famiglie

  • 28 o 32 ore di lezione in aula
  • 1 native speaker ogni 2 famiglie
  • 150 ore per praticare l’inglese sul campo
  • babysitter durante la mattina così che possiate frequentare il corso di inglese
  • uso illimitato di tablet 7″
  • tour  dell’Irlanda come da programma (vai in fondo alla pagina)
  • soggiorno per 10 notti
  • 9 continental breakfasts
  • 1 colazione irlandese davvero molto speciale
  • cena di saluti a fine vacanza
  • OPW card valida per un anno
  • ingresso a tutte le attrazioni
  • pacchetto di benvenuto

 

3. Quando?

Le prossime date sono previste per il periodo 12-22 luglio 2016 e 9-19 agosto 2016.

4. Costi

Il costo della vacanza per 2 adulti e un bambino è di € 4.200 che sale a € 4.300 per una famiglia composta da due adulti e due bambini e a € 4.400 per una famiglia con tre bambini.

5. Come prenotare

Potete contattare noi a formazione@actionlineitaly.com oppure direttamente la Travelling languages alla pagina dedicata all’English course for families o scrivendo una mail a info@travellinglanguages.com

Clicca qui per scoprire il programma dettagliato, giorno per giorno.Sky-Road1-458x323

Un mondo di cooperazione

Dal Perù all’India, da New York all’Italia, nel mondo la cooperazione ha mille volti

cooperazione nel mondoSia che si tratti di piccoli produttori che in America Latina si uniscono per vendere caffè, cacao e zucchero a condizioni migliori, oppure, come avviene in India, di donne che si riuniscono per avviare delle attività proprie riuscendo così ad emanciparsi e a riscattarsi, la cooperazione è senza dubbio un modello di relazione economica di cui il mondo oggi ha sempre più bisogno. E in tutto il mondo sono davvero tante le cooperative!

Mi ha lasciato stupita leggere che, su una popolazione mondiale che attualmente si stima essere di oltre 7 miliardi di persone, ben 1 miliardo sono cooperatori, cioè più o meno 1 persona su sette è socio di una cooperativa! Ci sono, sparse nei 5 continenti, 2 milioni e mezzo di cooperative, nelle quali lavorano 250 milioni di persone, in paesi poveri come in quelli più ricchi, e presenti nei più diversi settori produttivi e dei servizi.

E in Italia?

I soci di cooperative sono 12 milioni. Dai dati emerge che la crescita nelle cooperative è continuata anche dopo l’arrivo della crisi e, in più, ogni anno nascono circa 7 mila nuove cooperative, alcune delle quali sono imprese fallite che rinascono grazie al fatto che gli operai decidono di rilevarle costituendo una cooperativa.  Al di là delle cifre, è comunque importante sottolineare che le cooperative incidono davvero sulla vita delle persone, attraverso la creazione di occupazione. Sono sempre più numerose le cooperative di giovani che, attraverso questo strumento imprenditoriale, perseguono con tenacia il raggiungimento dei propri obiettivi professionali. Ben venga quindi la creazione di nuove cooperative che offrano ai giovani l’opportunità di crearsi un futuro!

A tal proposito, come non pensare al nostro personale percorso, a quel cammino che da quindici anni abbiamo intrapreso come socie della cooperativa Action line! Era il 23 ottobre dell’anno 2000 quando, da giovani neo-laureate della Scuola per Interpreti e Traduttori di Forlì, abbiamo costituito la nostra cooperativa al femminile, le abbiamo dato un nome,  abbiamo creato il logo e redatto lo statuto sociale.

logo action line

homefacesAttraverso questa impresa, che ci appartiene e che sentiamo profondamente come nostra, abbiamo potuto realizzare il sogno di lavorare nel settore delle lingue che tanto ci appassiona. Nello statuto sociale di Action line è citato uno dei principi cardine del movimento cooperativo, che è quello di perseguire il fine mutualistico, ovvero di assicurare innanzitutto ai propri soci-lavoratori il lavoro che desiderano a condizioni migliori di quelle che troverebbero sul mercato. E così è stato.

Siamo orgogliose di essere socie della nostra cooperativa: siamo una piccola realtà imprenditoriale femminile radicata nel territorio ma al tempo stesso vantiamo numerosi partner e clienti in diverse regioni d’Italia e all’estero e, più in generale, sappiamo di fare parte di una più ampia forma economica partecipata, come la cooperazione, basata sull’inclusione e sulla solidarietà.

Alla mia cooperativa Action line, in occasione del suo 15° anniversario, desidero ricordare che abbiamo già raggiunto tanti traguardi e non ci siamo mai fermate anche nei momenti più difficili. Negli anni siamo cresciute e abbiamo accumulato esperienza e conoscenze preziose senza mai tirarci indietro di fronte alle nuove sfide. Avanti così ragazze! Buon anniversario!

Festeggiamo il nostro 15° anno di attività

Festeggiamo il nostro 15° anno di attività

 

Esportazioni: come conquistare nuove fette di mercato

Opportunità d’affari e check-up per l’internazionalizzazione

esportazioniSiete un’impresa che esporta, ma in maniera ancora non strutturata? È arrivato un nuovo servizio dell’Eurosportello della Camera di Commercio di Ravenna. Si chiama “Check-up per l’internazionalizzazione” ed è rivolto alle imprese della Provincia di Ravenna che vogliono approcciare per la prima volta i mercati esteri, o che già esportano, ma in modo soltanto occasionale.

Caratteristiche del servizio, obiettivi e costo

  • Servizio a domicilio:  un incaricato di Eurosportello, su appuntamento, visita l’impresa richiedente il servizio
  • 4 fasi (appuntamento in azienda, rapporto attività, incontro di follow-up, presentazione risultati)
  • Lo scopo è dare alle imprese maggiore consapevolezza circa le opportunità e i rischi dell’internazionalizzazione e fornire spunti operativi per l’export che siano di immediato utilizzo, con un approccio personalizzato, adatto alle necessità delle PMI
  • Costo totale del servizio: €50,00+IVA.

Per maggiori dettagli e ulteriori informazioni sul servizio di check-up, visitate la relativa pagina internet.eurosportello ravenna

Vi ricordiamo inoltre che se siete alla ricerca di distributori, committenti, subfornitori e partner logistici o finanziari all’estero, l’Eurosportello della Camera di Commercio di Ravenna offre mensilmente un servizio di segnalazione delle proposte di cooperazione più interessanti pervenute dall’estero.

Visitate periodicamente questa pagina internet: troverete un elenco aggiornato delle imprese estere che cercano partner commerciali e produttivi. Iscrivendovi poi alla newsletter, potrete ricevere mensilmente le proposte d’affari e cercare ciò che più vi interessa.

Di seguito alcuni esempi delle proposte selezionate negli ultimi mesi e segnalate dall’Eurosportello, suddivise per settore di attività.

  • Distribuzione di apparecchiature medicali e prodotti farmaceutici; paesi: Serbia, Regno Unito, F.Y.R.O.M., Spagna
  • Prodotti e soluzioni per l’efficienza energetica o per la produzione di energia da fonti rinnovabili; paesi: Regno Unito, Portogallo, Polonia
  • Prodotti e macchinari per l’agricoltura; paesi: Serbia, Bulgaria, Polonia.
  • E molto…molto altro ancora!

Potete manifestare il vostro interesse per una delle proposte contattando gli uffici dell’Eurosportello (tel. 0544/481440 – andrea.giunchi@ra.camcom.it) che si attiverà per favorire un primo scambio di contatti tra la vostra azienda e il partner estero.

InternazionalizzazioneInfine, ricordiamo a tutti che Action line offre da anni un servizio di traduzione di corrispondenza commerciale, brochure aziendali e materiale tecnico e informativo in qualsiasi lingua, oppure, se preferite, inviamo un nostro consulente linguistico presso la vostra azienda per gestire a domicilio la corrispondenza in entrata e in uscita, fare telefonate all’estero, ecc., così da rendere più efficace ogni vostro contatto con l’estero.

Offriamo anche corsi di lingua specifici per le aziende, personalizzati in base alle vostre necessità.

Non esitate a contattarci al n° 0543 23916 o all’indirizzo info@actionlineitaly.com, verremo incontro a ogni vostra esigenza!