I tedeschi sentono molto il Natale e si preparano con anticipo

Durante l’Avvento – ovvero le quattro settimane che precedono il Natale – è un susseguirsi di preparativi. Anche noi vogliamo entrare nel clima natalizio, proponendoti questa canzoncina in tedesco:

Advent, Advent,
ein Lichtlein brennt.
Erst ein, dann zwei,
dann drei, dann vier,
dann steht das Christkind vor der Tür.

Clicca qui per un video con sottotitoli in cui un madrelingua tedesco canta la filastrocca.

babbo-naltale-tedescoLa filastrocca tra le più conosciute e recitate in Germania tradotta dal tedesco all’italiano recita così:

Avvento, Avvento,
una luce splende,
prima una, poi due,
poi tre, poi quattro
e arriva Gesù davanti al nostro uscio.

Cosa troverai nel nostro articolo:

  1. cos’è l’Avvento in Germania
  2. glossario tedesco-italiano
  3. esercizi di vocabolario

1. L’avvento in Germania

In Germania, le famiglie sono solite cantare le canzoncine tradizionali (Adventslieder), radunati attorno alla coroncina di candele di Natale (Adventskranz).

Dal 27 novembre al 18 dicembre, nelle case tedesche aleggerà il profumo di cioccolata, cannella e spezie varie.

Per le mamme tedesche, c’è molto lavoro da fare.

Innanzitutto, la mamma provvede a preparare, stampare e rilegare un semplice libricino con i testi delle canzoni.
Infatti, ogni famiglia ha un libricino personale con i testi delle canzoni preferite!

Poi verrà ordinata oppure confezionata personalmente la corona dell’Avvento.

Anche questa è una questione particolarmente seria. Ci sono famiglie tradizionaliste che non rinuncerebbero mai al classico colore rosso. Altre più progressiste che amano intonarle ai colori della casa o cambiarle ogni anno. Alcune addirittura le pretendono nei colori ufficiali dello stemma del proprio Land (per la Baviera, per esempio, bianco e blu).

dolce-tedesco
Dolce tradizionale tedesco, der Weihnachtsstollen. Foto: Silvana Cigliano.

Tutto deve essere pronto per il 27 novembre! Compreso un profumato dolce fatto in casa o i biscotti tradizionali: gli Spekulatius (con zenzero e cannella) e i Lebkuchen (una specie di panpepato, rivestiti di cioccolato o meno, a seconda dei gusti).

Di solito, nel pomeriggio, all’ora del te o di una deliziosa cioccolata calda, viene accesa la prima candelina. La famiglia si riunisce e canta qualche canzoncina per creare la giusta atmosfera.

Immancabile il calendario dell’Avvento, comperato o fatto in casa. Ad ogni finestrella corrisponde una piccola leccornia, dolcetti, cioccolatini e caramelle.calendario-avvento

Il Natale tedesco non si concentra solo sul 25 dicembre.

Una tappa di avvicinamento si presenta il 6 dicembre, San Nicola.

Il corrispondente tedesco del Santa Claus anglosassone è der Heilige Nikolaus. Nella notte tra il 5 e il 6 dicembre porta doni ai bambini buoni: frutta secca e di stagione e cioccolata. I bambini cattivi invece ricevono reprimende da Knecht Ruprecht.  Questi si presenta come una figura barbuta e imbacuccata munita di sacco e bastone. Nel meridione della Germania e in Austria è anche chiamato Krampus.

Babbo Natale in Germania in realtà non trova grande riscontro.

Infatti, alla vigilia di Natale, è Gesù Bambino a portare i doni.

E l’albero di Natale è, di nuovo, una serissima faccenda da adulti.

Anche l’abete sarà stato scelto con cura secondo vari criteri personali dai genitori. Nel pomeriggio della vigilia di Natale di prassi, il salone in cui viene decorato l’albero è zona off limits per i piccoli di famiglia. Dovranno attendere il tintinnio di un campanellino che annuncia il passaggio di Gesù Bambino con i suoi doni.

Entrando, i bimbi troveranno l’albero in tutto il suo splendore e la miriade di pacchettini sottostanti.

2. Glossario tedesco-italiano

I sostantivi in tedesco possono essere femminili, maschili e neutri. Quindi, quando si impara una parola nuova è bene impararla con l’articolo che ne indica il genere. Rispettivamente sarà die (femminile), der (maschile), das (neutro). La parola Avvento, ad esempio, sarà ricordata come der Advent.
Si noti anche che tutti i sostantivi vanno scritti con la lettera maiuscola. Scriverli senza lettera maiuscola è un vero e proprio errore.

Advent, der avvento
Adventszeit, die (periodo dell’) avvento
Adventskranz, der Corona dell’avvento
Adentskalender, der Calendario dell’avvento
Süßigkeiten, die (pl.) dolciumi
Lebkuchen, der panpepato
Kekse, die (pl.) biscotti
Kerze, die Candela
Geschenk, das regalo
Lied, das / Liedchen, das Canzone / canzoncina
Christkindl, das Bambin Gesù
Weihnachten, das Natale
Weihnachtsbaum, der Albero di Natale
Weihnachtsabend, der Sera (della vigilia) di Natale
Kind, das (pl. Die Kinder) Bambino
Eltern, die genitori
Groß und Klein Grandi e piccini
Frohe Weihnachten Buon Natale
Glühwein, der Vino caldo speziato
Spekulatius, der Biscotti tipici

 

3. Esercizi

(A) Esercizio a scelta multipla.

Alle Jahre wieder

Alle Jahre wieder,
kommt das Christuskind
auf der / die / dem Erde nieder,
wo wir Menschen ist / waren / sind.

Kehrt mit / auf / zu seinem Segen
ein in jedes Haus,
geht auf allen Wegen
mit uns ein und aus.

Ist auch mir zur Seite
still und unerkannt,
dass es treu mich leite
an die / das / der lieben Hand.

Wilhelm Hey (1837) Weise: Friedrich Silcher (1842)

Di seguito riportiamo la traduzione tedesco-italiano per facilitarvi nella comprensione:

Tutti gli anni

Tutti gli anni,
Gesù Bambino
ridiscende sulla terra
da noi uomini.

Entra in ogni casa,
portando la sua benedizione,
attraversa con noi
tutte le strade.

Rimane anche al mio fianco,
silente ed in segreto,
per condurmi fedelmente,
tenendomi con la sua cara mano.

palle-di-natale

(B) Esercizio di completamento. Inserisci la parola mancante.

Kurzgeschichte des Adventskalenders

…….  Adventszeit durch wird viele Bräuche und Sitten so gestaltet, um den Kindern …… Warten auf den Heiligen Abend zu versüßen.
Etwa zur Jahrhundertwende vom 19. …… 20. Jahrhundert …….. dann auch ein Brauch eingeführt, der …. Kindern dabei helfen sollte, die Zeit bis zum Heiligen Abend besser abschätzen zu können. – Die ersten Adventskalender eroberten die Wohnungen. In den einfachen Arbeitshäusern stellte sich dieser meist sehr simple aber dennoch effektiv dar. Wurden doch oft nur 24 Kreidestriche an die Tür gemalt, von denen die Kinder an jedem …… einen entfernen durften. Daneben soll es auch Adventskalender mit 24 Blättern zum Abreißen, Kerzen mit 24 Markierungen oder lange Papierstreifen, die jeden Tag ein Stück verkürzt wurden, gegeben haben. Auch erste Adventskalender mit Naschwerk gab es bereits. – Sie bestanden aus Stoff auf denen 24 Lebkuchen angebracht werden, wovon jeden Tag einer gegessen werden durfte.

Di nuovo, per facilitarvi, inseriamo di seguito la traduzione tedesco-italiano.

Breve storia del calendario dell’avvento

Il tempo dell’avvento viene organizzato in maniera tale da addolcire ai bambini l’attesa della Santa Notte. A cavallo tra il XIX e XX secolo, fu introdotta una tradizione per i bambini, affinché potessero meglio calcolare il tempo che li divideva dal Natale. I primi calendari dell’avvento conquistarono le case. Nelle semplici case operaie, la cosa fu organizzata in maniera essenziale, ma efficace. A volte venivano fatti solo 24 segni col gesso sulla porta, dai quali i bambini ogni giorno ne spuntavano uno. Parallelamente pare che ci fossero anche calendari dell’avvento con 24 fogli da strappare uno a uno, candele con 24 tacche o lunghe strisce di carta, da accorciare ogni giorno di un pezzetto. C’erano anche già i primi calendari dell’avvento con cose da spiluccare: erano fatti di stoffa sulla quale erano fissati 24 dolcetti di panpepato, dei quali era permesso mangiarne uno al giorno.

Clicca qui per scaricare le soluzioni degli esercizi.

Se ti interessano altri articoli sull’apprendimento del tedesco, puoi leggere anche:

Se ti piacerebbe fare un corso all’estero, leggi le proposte dei nostri partner. Puoi scegliere tra diverse mete: Berlino, Francoforte, Monaco di Baviera, Amburgo o Bamberga.

Contattaci per maggiori informazioni senza impegno. Come?

2 thoughts on “Lezione natalizia di tedesco

  • 22 novembre 2016 alle 9:30
    Permalink

    mi viene voglia di andare in germania e vedere se davvero fanno tutte queste cose!

    Rispondi
    • 22 novembre 2016 alle 10:10
      Permalink

      Sì, fanno tante cose belle e chiaramente ci sono anche tante altre tradizioni culinarie. È l’unico luogo dove veramente ho sentito lo “spirito del Natale”. Le mamme hanno veramente da sbrigare mille cose e il giorno di Natale sono presissime, perché appunto di solito hanno l’esclusiva sull’addobbo dell’albero, però non trascurano di farsi belle e per la cena di Natale ci si “mette eleganti”. Ricordo ancora la magia della campanella, in occasione dei tre Natali trascorsi in Germania, entrare nella stanza in cui all’improvviso trovi l’albero sorto “out of the blue”, sul quale Mummy non vuole vedere lucine elettriche, ma ancora si ostina ad accendere le candeline una a una… è tutto MAGICO!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *