ABA è una buona alternativa a un corso di inglese tradizionale

Ho scaricato l’app di ABA e l’ho testata per voi.

I punti di forza? A mio avviso il focus su listening, pronunciation e speaking.

Anche la grammatica viene presentata da un insegnante e quindi “ascoltata”. In aggiunta, le sezioni “parla” e “interpreta” sono studiate per fare usare la lingua parlata in maniera attiva. Anche se è un corso individuale. Credo che ad oggi sia l’app che meglio di altre sostituisce l’interazione con un docente in carne e ossa.

Ora vediamo da vicino cosa troverai nel nostro articolo:

Innanzitutto diciamo che ABA è l’acronimo di American & British Academy. Gli speaker infatti parlano con accento sia americano sia britannico.

La struttura del corso

Ciascuna unità è suddivisa in 8 sezioni:

  1. ABA Film
  2. Parla
  3. Scrivi
  4. Interpreta
  5. Videolezione
  6. Esercizi
  7. Vocabolario
  8. Verifica

1. ABA Film

Il fulcro della lezione. Si guarda un video e si può scegliere se mettere o meno i sottotitoli (in italiano o in inglese). Gli attori sono piuttosto bravi e i dialoghi suonano spontanei. La velocità tuttavia è ridotta rispetto a quella naturale di uno speaker nativo.

2. Parla

Si riascolta il dialogo del video, frase per frase. La cosa interessante è che c’è il pulsante “Tocca l’icona per registrare”. Quindi cosa succede? Prima ascolti l’originale, poi registri la tua voce e la riascolti. Subito dopo viene pronunciata di nuovo la frase dal madrelingua. In questo modo puoi paragonare le due pronunce ed esercitarti finché la tua non suona quanto più simile a quella originale.

3. Scrivi

Si tratta di un esercizio di dettato, sempre riferito al dialogo. In questo modo si ha modo di fissare meglio tutte le frasi.

4. Interpreta

Questa è la parte che preferisco. Si può definire anche “Attore per 1 minuto“. Scegli il personaggio e reciti il suo ruolo. Ti sembrerà di fare una conversazione vera e propria. Tu leggi (e registri) le parole del tuo personaggio e poi l’altro risponde come in vero dialogo. Alla fine puoi riascoltare tutto il dialogo. E ovviamente rifarlo scegliendo di interpretare l’altra persona.

5. Videolezione

Si tratta di una lezione di grammatica in cui vari insegnanti spiegano le regole della grammatica. Utilizzano molti esempi che vengono scritti e pronunciati. È possibile anche qui mettere i sottotitoli in inglese o in italiano. Molto diverso dal leggere delle noiose regole di grammatica!

6. Esercizi

Servono a mettere in pratica l’argomento affrontato nella sezione “Videolezione”. Si completa la frase e si ascolta un madrelingua leggerla. In questo caso i madrelingua sono sia British sia American.

Se si sbaglia, appare il messaggio “Ops! Sbagliato” e si può riprovare.

7. Vocabolario

Vengono studiate alcune parole o espressioni presenti nel dialogo. Si vede la parola inglese, la traduzione in italiano e si ascolta un madrelingua pronunciarla. Poi si registra la propria voce e si paragona con l’originale. Questi esercizi di registrazione/ascolto aiutano molto a migliorare la pronuncia.

8. Verifica

Completate tutte le sezioni, si accede alla verifica che consente di rivedere tutto e passare all’unità successiva.

 

I livelli

È diviso in sei livelli:

  1. Beginners (A1): per principianti.
  2. Lower Intermediate (A2): per chi possiede già una piccola base e vuole impaare frasi semplici da usare in situazioni quotidiane.
  3. Intermediate (B1): per chi ha già una buona base e vuole acquisire maggiore sicurezza.
  4. Upper intermediate (B2): per chi vanta una conoscenza buona e vuole perfezionarsi.
  5. Advanced (B2-C1): per studenti di livello avanzato che vogliono migliorare la fluency.
  6. Business (C1): per studenti di livello avanzato che necessitano della lingua in un contesto lavorativo.

 

I costi

La nota dolente. L’app non è gratuita.

Una volta registrati, tuttavia, arrivano di continuo offerte. Se il costo mensile standard indicato è di 25 euro, le offerte sono molto vantaggiose. Oggi ne ho ricevuta una che vende l’abbonamento annuale a 4,97 euro al mese. Meno di 60 euro all’anno.

Ma intanto, inizia scaricandola gratuitamente. La versione free ti consente di accedere ad una unità completa, per ciascun livello. Potrai quindi provare vari livelli e capire quale è più adatto al tuo. Oltre a capire se l’app è adatta al tuo apprendimento.

Il nostro consiglio

Non c’è un metodo in assoluto migliore.

Devi trovare quello che va bene a te, alle tue inclinazioni e al tuo modo di studiare.

Quello che ripaga è la costanza. Anche pochi minuti al giorno aiutano ad imparare e fissare i concetti. Sei in fila dal medico? Dalla parrucchiera? All’ufficio postale? Puoi sfruttare le attese con ABA. Tira fuori il cellulare e accedi. Potrai ripassare e studiare senza sforzo.

Ti può interessare il nostro articolo su Busuu e Duolingo.

Se ti interessa leggere qualcosa sull’apprendimento delle lingue, ti segnaliamo questo titolo: Come imparare qualsiasi lingua, edizioni  DeAgostini, di Gabriel Wyner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *