Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
LinkedIn

Tutto quello che devi sapere per migliorare la comprensione orale in una lingua straniera

Quando si parla di comprensione orale, mi capita spesso di sentirmi dire:

“se devo parlare io, bene o male, me la cavo. Ma quando parlano loro, io vado nel panico e non capisco un tubo”.

Basta essere costanti e fare pratica per pochi minuti il più spesso possibile, perché è necessario allenare l’orecchio.

Vi do qualche suggerimento e cerco di rispondere alle domande che spesso mi sento rivolgere.

In questo articolo trovi le risposte a queste domande:

Rimando agli articoli precedenti per completare l’argomento: e . Lunedì 22 luglio pubblicherò l’ultimo articolo sulla serie dedicato alla pronuncia.

Devo fare pratica tutti i giorni?

Avrai sentito parlare delle regole dell’obiettivo che ci si prefissa di raggiugnere. L’obiettivo deve essere S.M.A.R.T.: specific, measurable, achievable, realistic, timely.

Concentriamoci sul “realistic” e “timely”: inutile decidere di fare pratica TUTTI i giorni per pochi minuti, se poi sappiamo che presi dalla routine, non ce la facciamo. Ci creeremmo solo stress e senso di inadeguatezza.

Meglio impegnarsi con se stessi su un obiettivo raggiungibile (achievable) e magari partire con 3 momenti alla settimana, di almeno 15 minuti.

Come scegliere le risorse per migliorare la comprensione orale?

Una considerazione di base: in linea generale, guardare e capire un video è più facile di ascoltare un audio.

Fai tu stesso la prova: ascolta un breve video ad occhi chiusi e poi ascolta di nuovo ad occhi aperti. Guardare il labiale, il contesto, i gesti aiuta molto nella comprensione.

Ecco perché è così difficile parlare e capire al telefono ad esempio. le nostre guide gratuite: una per l’inglese e una per il francese.

Fatta questa premessa, ne è d’obbligo un’altra.

Funziona guardare film in lingua originale?

La risposta d’obbligo è … dipende!

Dipende dal tuo livello di conoscenza della lingua e dal film che scegli.

Una considerazione imprescindibile: un film è lungo e quindi impegnativo da guardare in lingua originale. Non pensi sia meglio una serie tv con episodi da 30-40 minuti?

La tua soglia di attenzione potrebbe vacillare se inizi con un film di 90-100 minuti, mentre se scegli la tua serie tv preferita, sentirai meno lo sforzo.

Come usare i sottotitoli?

Non esiste una risposta corretta in senso assoluto. Dipende dal tuo livello di conoscenza della lingua e dal video che vuoi guardare.

Guardare un film in lingua originale senza sottotitoli sarà un’attività per chi è di livello avanzato (C1-C2).

Agli altri consiglio di guardare il video con i sottotitoli in lingua originale così da abbinare i suoi alle parole. Attenzione: i sottotitoli professionali saranno un adattamento di quanto realmente pronunciato dagli attori, quindi non stupitevi se non c’è corrispondenza al 100%.

Tuttavia spesso i sottotitoli disponibili nei dvd o nelle pay tv sono trascrizioni fedeli: per questo vi sarà capitato di non riuscire neanche a finire di leggere una battuta che era già arrivata la successiva. Questo succede quando i sottotitoli non sono adattati e non tengono conto della velocità di lettura dell’occhio umano. Ma questo è tutto un altro argomento (qualche spunto seguendo questo link esterno).

È utile mettere i sottotitoli in italiano?

Se sei di livello principiante o elementare, sicuramente guardare dei video senza sottotitoli sarà frustrante. Ma talvolta anche i sottotitoli nella lingua originale possono scoraggiare: allora sì, metti i sottotitoli in italiano. Ma prova a fare così.

  1. scegli un video breve
  2. guardalo la prima volta con i sottotitoli in italiano
  3. riguardalo con i sottotitoli in lingua originale
  4. e se ti senti pronto, guardalo una terza volta senza sottotitoli

Per i livelli base di inglese, suggerisco Word on the Street del British Council: si tratta di brevi video, girati per strada, in cui i dialoghi sono realistici ma al tempo stesso adattati.

Risorse audio

Conosco persone che hanno imparato tantissimo perché appassionate di musica, studiando i testi delle canzoni. Chi ha fatto pratica facendo giochi di ruolo su internet, in gruppi internazionali in cui la lingua di scambio è l’inglese.

Questo per dire che il modo migliore è abbinare l’inglese o la lingua straniera che si studia con una propria passione: calcio, equitazione, cucina, giardinaggio, cinema, golf… e chi più ne ha più ne metta.

Siccome riceviamo il 95% di richieste per l’inglese, vi suggerisco due risorse per questa lingua:

  1. BBC Learning English, sezione 6 minute English
  2. British Council, Podcasts for professionals

Ultima considerazione.

Curare la pronuncia non solo aiuta a migliorare l’esposizione orale, ma anche la comprensione. Ecco quindi che gli esercizi per migliorare la pronuncia, hanno un peso. Ma di questo parlaremo nel prossimo articolo dedicato a come migliorare la pronuncia.

Per commenti o richieste, scrivici a formazione@actionlineitaly.com

Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *